Caricamento in corso...
11 giugno 2017

Formula 1, GP Canada: Vettel, dai gabbiani al podio sfiorato

print-icon

Ecco tutto quello che è successo nella domenica di Sebastian Vettel. Dall'apparizione dei gabbiani durante la parata dei piloti fino al 4° posto in rimonta. In mezzo incidenti, inconvenienti. Insomma, una giornata tutt'altro che banale...

CLICCA QUI PER RIVIVERE IL GP DEL CANADA

CLASSIFICHE E TEMPI DEL GP

Guardi al risultato e dici che la gara di Vettel a Montreal è stata un capolavoro. Ripensi agli episodi, invece, e ti accorgi che la domenica canadese è stata un susseguirsi di funesti presagi. A cominciare dalla Drivers Parade. Tutti lì, belli sorridenti a salutare con la manina le tribune. Ed ecco che in pista sbucano fuori loro… i gabbiani! 

Sì, proprio loro!!! Come un anno fa, quando quell’invasione in pista costò a Vettel un lungo e compromise l’inseguimento all’inglese. Allora fu da ridere il siparietto dei due piloti, nella tappa successiva della stagione (a Baku). Stavolta il botta e risposta è avvenuto via social, ma non è stato da meno…

Dici, finita qui? No, per niente. Su una grigia di Formula 1 si è visto di tutto, ma mai un pilota chino sotto la macchina come un elettrauto qualunque. E, invece, ecco Vettel schierarsi sulla seconda piazza e subito schizzare fuori dalla monoposto per ispezionarla carponi sull’asfalto. Pare avesse preso un cordolo di troppo, subito dopo aver messo il muso della sua Ferrari fuori dalla pit-lane. Una chiacchierata con gli ingegneri, indicando lì sotto, e poi di nuovo a bordo a sperare che sia stata solo una brutta sensazione. Proprio come il deja vu coi gabbiani.

 

Basta così? Macché. Pronti via ed ecco Verstapen versione olandese volante che prima ti affianca e poi di accarezza l’alettone anteriore. Secondo, terzo, quarto… E Hamilton che vola via assieme alle chance di vittoria. Regge, non regge, balla, vola via un pezzo. Meglio fermarsi al box e far dare una controllata ai meccanici.

Ma è nei momenti così che si vede il campione. Vettel rientra in pista ultimo, si rimbocca le maniche della tuta e comincia la rimonta, incurante pure dell’ultimo sussulto della sfiga: la sua Ferrari non ha trazione. Con le stesse gomme con cui volava venerdì nella simulazione gara stavolta arranca. Colpa di un danno sul fondo della macchina: sarà stato il cordolo o il “bacino” di Verstappen poco importa. Seb ha un appuntamento col podio. Lo manca per un soffio, dopo aver fatto la pantera rosa fra le due Force India. E' lui il pilota del giorno per i telespettatori di Sky Sport, davanti a Ocon e Hamilton. 

Viste le premesse, è andata di lusso!

Tutti i siti Sky