Khabib Nurmagomedov, il padre in gravi condizioni a causa del coronavirus

ufc
Foto Instagram khabib_nurmagomedov

Khabib Nurmagomedov ha postato un video su Instagram in cui aggiorna sulle condizioni del padre, operato al cuore dopo varie complicazioni legate al coronavirus: "E' in gravi condizioni, grazie a tutti per il supporto", ha detto la stella dell'UFC. Tra i primi a mandare un messaggio anche il grande 'nemico', Conor McGregor

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI

Il padre di Khabib Nurmagomedov è ricoverato a Mosca in gravi condizioni a causa del coronavirus. A rivelarlo è stato il lottatore daghestano, stella dell'UFC, in un lungo video postato su Instagram. Abdulmanap era stato messo in coma indotto dopo una polmonite con complicazioni cardiache, che avevano costretto i medici a operare chirurgicamente, dopo l'intervento di circa un anno fa. "Ho una ventina di membri della mia famiglia che hanno sofferto di coronavirus - ha detto Khabib -. Alcuni sono in terapia intensiva, altre non ce l'hanno fatta e altri ancora se la sono vista brutta. In molti mi chiedono di mio padre. E' ancora in ospedale, sta ancora lottando contro questa malattia. Ha avuto alcuni problemi cardiaci legati al Covid-19, per cui è stato necessario un intervento su un cuore già operato lo scorso anno. Posso dire solo che è in gravi condizioni". Abdulmanap è considerato uno dei migliori allenatori di arti marziali del mondo: famosi i suoi allenamenti a cui sottoponeva il figlio da bambino, facendolo combattere contro un cucciolo di orso. Dal mondo dell'UFC sono arrivati messaggi di solidarietà al campione daghestano, tra cui quello del commissioner Dana White e soprattutto quello di Conor McGregor, grande 'nemico' di Khabib, che su Twitter ha scritto: "Prego per il recupero di Abdulmanap Nurmagomedov, uomo che ha guidato molti campioni del mondo e un vero genio delle arti marziali. Preghiamo per la sua famiglia". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche