Federica Pellegrini, l'ultima all'International Swimming League da stasera su Sky Sport

Nuoto

La passarella d'addio al nuoto della Divina è quella dell'International Swimming League, appuntamento in diretta da stasera alle 20 su Sky Sport Arena. In squadra con i suoi Aqua Centurions, a Napoli, Federica punta a stupire ancora: "Sono contenta di aver preso questo impegno, posso mantenere un contatto divertente con l'acqua dopo l'Olimpiade"

VIDEO. MATTEO GIUNTA A SKY SPORT24: "OBIETTIVO SEMIFINALE"

"Volevo chiudere con l’Olimpiade di Tokyo, ma c’è questa opportunità e mi piace l’idea di chiudere a Napoli, con la ISL che sarà una vetrina bellissima". Chi parla è Federica Pellegrini, protagonista annunciata all’International Swimming League in diretta da oggi, giovedì 26 agosto, alle 20 su Sky Sport. Di cosa si tratta? Lo ha spiegato proprio la Divina a Sky Sport 24: "È un nuovo format, una lega parallela alle classiche gare in televisione. Noi facciamo parte dell’Aqua Centurions e portiamo punti alla nostra squadra che ritengo essere la più forte delle ultime tre stagioni. Puntiamo di passare tra le prime otto, per andare avanti ai playoff e rivederci a novembre". Insomma, sarà spettacolo nella rinnovata location della Piscina Scandone dal 26 agosto al 30 settembre 2021. Quattro i weekend di gare nelle quale sarà presente Federica: 26-27 agosto (match inaugurale ISL) 4-5 settembre, 11-12 settembre e 25-26 settembre.

Pellegrini: "Il ritiro? Speravo arrivasse così"

approfondimento

Pellegrini, gran finale all'ISL. L'evento su Sky

"Sicuramente è una gara meno importante rispetto all’Olimpiade - spiega Federica -, che per me è stata la gara internazionale più importante. Questo format sta crescendo, contenta di aver preso l’impegno qualche mese. Sapevo che avrei prolungato ancora. Finirò al termine dell’anno solare: non ero abituata perché la nostra stagione dura da settembre ad agosto. Sono contenta, passo più tempo con la squadra e mantengo un contatto divertente con l’acqua. È diverso dopo lo stress dell’Olimpiade". Pellegrini come Valentino Rossi, campioni senza tempo dal ritiro recente: "Non è facile, però auspicavo che succedesse in questo modo. Come un interruttore che si spegne e accende. Dopo il lockdown e il Covid, ho accelerato questa mia consapevolezza. Ho 33 anni, un po’ di coincidenze messe insieme hanno fatto sì che arrivassi in pace alla decisione".

"Nessun rimpianto, ma senza rinvio Olimpiadi…"

approfondimento

Pellegrini eletta Membro del CIO in quota atleti

Una carriera straordinaria per Federica, che ha analizzato lei stessa: "Non sono mai stata un robot, i miei problemi ci sono stati. Molti li avrei evitati, ma va così. Questo mi ha portato a volte a sbagliare gare che avrei potuto vincere. Un paio ne ho in testa… I 400 a Pechino, ad esempio. No, non farò i 400 alla ISL, me li hanno risparmiati…". Senza il rinvio dei Giochi avrebbe avuto maggiori possibilità? "Me la sarei giocata di più rispetto a quest’anno, ma i Giochi riservano sempre grandi sorprese. Sicuramente sarei stata più vicina". Inevitabile il riferimento all’importanza dello sport: "È una scuola di valori fondamentali incredibili. Serve nella vita e aiuta molto i giovani a crescere. Io non mi sono fatta mancare nulla, sono serena di ciò che ho fatto e arrivo tranquilla al termine della mia carriera".

I protagonisti all'ISL su Sky Sport

approfondimento

Giunta a Pellegrini: "Ora apriamo un'altra pagina"

A Napoli ci saranno anche il recordman del mondo nei 100 farfalla, oltre che vincitore di sette ori iridati ai mondiali di Budapest 2017 Caeleb Dressel, la bi-campionessa olimpica nei 200 e 400 misti, la giapponese Ohashi, la primatista mondiale sui 50 rana, la sedicenne tarantina Benedetta Pilato in cerca di riscatto, al nuovo campione olimpico ungherese Kristof Milak. E ancora la svedese Sarah Sjöström con sei record del mondo all’attivo, ai Giochi di Rio oro nei 100 m farfalla, argento nei 200 m sl e bronzo nei 100 m sl. Tra le sfide più "attese" la rivincita tra Adam Peaty, Arno Kamminga e Niccolò Martinenghi, rispettivamente primo, secondo e terzo a Tokyo nei 100 rana (match 26 - 27 agosto), quella tra i migliori sprinters statunitensi e italiani in staffetta, dopo la grande battaglia della 4x100 a Tokyo vinta dagli USA davanti all’Italia (match 4 - 5 settembre). E ancora la rivincita nei 100 dorso uomini tra i russi Rylov e Kolensnikov e Thomas Ceccon, quarto a Tokyo (match 26 - 27 agosto).

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche