Sukno: "La Champions è merito del gruppo. A settembre con una nuova fame". IL VIDEO

PRO RECCO

L'allenatore della Pro Recco, campione d'Europa, è stato ospite a Sky Sport 24: "Abbiamo vinto tutto, sono contento, ma siamo ancora all'inizio". E sulla squadra: "Siamo cresciuti tanto, il gruppo ha fatto la differenza"

PRO RECCO SI CONFERMA CAMPIONE 

La vita gli ha tolto tanto, ma ora le soddisfazioni gli stanno tornando indietro con gli interessi. Sandro Sukno, 31 anni (ne festeggerà 32 il 30 giugno), è l'allenatore campione d'Europa con la Pro Recco. Una favola, la decima Champions nella storia della squadra ligure - vinta contro Novi Beograd -, il Triplete stagionale nonché il riscatto personale di Sukno. 

Dal ritiro alla Champions vinta da allenatore

LA STORIA

Sukno e l'addio alla pallanuoto per un problema al cuore

Sandro Sukno è stato una leggenda della pallanuoto. Un mondo che non ha mai voluto abbandonare, dal quale è stato costretto a ritirarsi forzatamente, nel suo momento migliore, e a soli 27 anni. Aveva vinto già una Champions con la Pro Recco nel 2012, poi era andato e infine tornato: altri 3 scudetti con il club ligure, ma nel dicembre 2017 dopo il Mondiale, lo stop obbligato. E in quel momento è iniziata la sua seconda vita.

A Sky Sport: "Abbiamo vinto tutto, ma siamo solo all'inizio"

L'allenatore della Pro Recco, subito dopo aver festeggiato la Champions, è stato ospite a Sky Sport 24: "Siamo ancora a Belgrado, ci stiamo preparando per il viaggio, stanotte arriveremo a Recco con la Coppa, è una grande gioia per tutti noi". Sukno non ha dubbi: "Il nostro punto di forza? Sicuramente il gruppo, i miei ragazzi sono persone e giocatori splendidi. Abbiamo vinto tutto, abbiamo creato una grande squadra e questo ha fatto la differenza anche nei momenti più difficili. Siamo cresciuti tanto nel corso della stagione e abbiamo dato il massimo. Ora ci riposiamo ma a settembre torneremo con una nuova fame". Alcuni giocatori un tempo erano suoi compagni di squadra: "Hanno capito che ora è diverso e che il mio ruolo è cambiato". E sul futuro: "Siamo ancora all'inizio. Abbiamo ancora molte cose da fare qui a Recco" Sukno ha parlato anche del suo vice Giacomo Pastorino: "Per lui che è milanista quest'anno è stato il massimo".