Basket, Eurolega: impresa dell'Olimpia Milano ad Atene, Olympiacos battuto 99-75

Basket

Claudio Barbieri

Partita praticamente perfetta dell'AX, che rifila una sonora sconfitta a una delle migliori squadre d'Europa e passa al Pireo 99-75. Straordinari i vari Micov, Nedovic e James, trascinatori con 61 punti complessivi

EUROLEGA: RISULTATI E CLASSIFICA

LA GUIDA COMPLETA DELL'EUROLEGA

L'Olimpia Milano gioca la partita perfetta contro l'Olympiacos e batte la squadra del Pireo 99-75 nel terzo turno di Eurolega. Alla "Peace and Friendship Arena”, sul porto di Attica, la squadra di Pianigiani ha fatto vedere tutto il suo talento, sfiorando i 100 punti in casa di una delle migliori difese d'Europa e dominando per lunghi tratti sul parquet delle leggende Spanoulis e Printezis, che incassano il primo ko della stagione tra Europa e campionato. Decisivo un secondo tempo da 55 punti segnati, ma soprattutto una difesa che ha tenuto i padroni di casa a 12 negli ultimi 10', con ben 13 palle perse e un disastroso 2/15 da 3 punti. Milano riscatta prontamente la battuta d'arresto di mercoledì al Forum contro il Real Madrid, trascinata dai 22 punti e 5 assist di Mike James, dai 20 di Nedovic e dai 19 di Micov, andando a vincere al Pireo dopo oltre quattro anni (2014, unico successo in casa dei biancorossi di Atene). In classifica l'AX raggiunge a quota 2-1 proprio l'Olympiacos, sedendosi al tavolo di coloro che ambiscono a un posto nei playoff. L'Olimpia non ha tempo per respirare: domenica sarà già in campo al Forum contro Pistoia per la terza giornata di Serie A, giovedì sempre ad Assago arriva il Khimki Mosca del bomber Shved. 

Olympiacos-Olimpia Milano 75-99, la cronaca

L'inizio è una sfida quasi esclusiva tra Milutinov e Micov, che si danno battaglia a colpi di canestri. I greci trovano qualcosa anche dalla vecchia volpe Printezis e così si spiega il vantaggio 11-8 a metà del primo quarto. Micov scatenato è già a quota 13 con tre triple, James con due assist di fila (il secondo no look sotto le gambe) permette all'Olimpia di mettere la freccia (17-20 all'8'). La difesa milanese è, come spesso le capita in Europa, piuttosto allegra, specialmente sotto i tabelloni (5 rimbalzi offensivi e 10 canestri da due concessi), con i greci che chiudono avanti 26-24 al 10'. Kuzminskas e Bertans sono precisi dalla lunga e tengono a distanza i greci, che trovano poco o niente dal tanto temuto Spanoulis (33-34 al 14'). Della Valle è sfacciato al suo ingresso in campo: stoppata su 'Kill Bill' (tenuto a 1/9 dal campo) e tripla, prima che James mandi a +7 Milano (37-44 al 18'). La squadra di Blatt, con un paio di giochi ben eseguiti, rosicchia qualcosa nel finale di tempo e va al riposo sotto di 3 lunghezze (41-44). Palle perse e facili contropiedi ribaltano subito l'inerzia del match in favore dei padroni di casa,  in cui Milutinov giganteggia (52-48 al 24'). Nedovic si sveglia dal letargo e si mette in proprio dopo essersi visto fischiare un antisportivo: 11 punti in un amen del serbo e Milano torna con la testa avanti con tanto di massimo vantaggio (+12) complice anche il 2/10 dalla lunga dell'Olympiacos. Dalla panca escono caldi Gudaitis e Jerrells, che garantiscono all'AX un confortante cuscinetto all'ultimo mini-intervallo (63-73 al 30'). L'Olimpia tocca anche il +14 con una tripla irreale di Micov (65-79 al 33') e con Mike James in panca. Blatt non trova la chiave per scardinare la difesa biancorossa, finalmente granitica in ogni fondamentale dove ognuno porta il suo mattoncino. Nedovic, Micov e James affossano l'Olympiacos a -22 (69-91) nell'irreale silenzio del palazzo del Pireo. Milano è glaciale dalla lunetta (25/27) e domina il finale (75-99), centrando una delle vittorie più belle e prestigiose dell'era Armani.

Olympiacos: Milutinov 15 punti, Printezis 13
Milano: James 22 punti, Nedovic 20, Micov 19

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche