Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
07 luglio 2019

Europei Basket femminile, la Spagna è campione d'Europa 2019: battuta la Francia 86-66

print-icon

La nazionale spagnola si conferma regina d’Europa battendo di nuovo la Francia per la terza volta nelle ultime quattro edizioni. Straordinaria prestazione di Marta Xargay con 23 punti, ma l'MVP della competizione va Astou Ndour: è la prima volta dal 1991 che a una nazionale femminile riesce il back-to-back sul trono del Vecchio Continente. Quarta finale persa in fila invece per la nazionale francese

CALENDARIO E RISULTATI - CLASSIFICHE

LA FINALE PER IL TERZO POSTO

Una vera e propria lezione di pallacanestro. Non può essere descritta altrimenti la finale giocata dalla nazionale spagnola di basket femminile, totalmente dominante nella finale contro quella francese. Nella rivincita della finale di due anni fa, la Spagna è riuscita a confermarsi con una prestazione al limite della perfezione sui due lati del campo, segnando 32 punti subito nel primo quarto e gestendo il resto della gara grazie a una super Marta Xargay. La giocatrice iberica ha segnato 23 punti con 5/8 da tre punti giocando da MVP della finale (ma non della competizione, premio che è andato invece a sorpresa alla compagna Astou Ndour). Tutta la squadra però ha giocato una partita straordinaria, diventando la prima nazionale da 28 anni a questa parte a confermarsi sul trono d'Europa pur dovendo fare a meno della stella Alba Torres. Si tratta invece della quarta finale persa in fila per la nazionale francese, travolta dalle "Furie Rosse" per la terza volta nelle ultime quattro edizioni di EuroBasket Women.

Il quintetto ideale della manifestazione

Marta Xargay (Spagna), Sonja Petrovic (Serbia), Temi Fagbenle (Gran Bretagna), Sandrine Gruda (Francia), Astou Ndour (Spagna)

Il premio di MVP va a Astou Ndour

Queste le cifre del centro spagnolo, straordinaria dall'inizio alla fine del torneo pur senza brillare particolarmente in finale: 14.8 punti, 8.2 rimbalzi, 1.3 recuperi e 1.2 stoppate, +11.8 di plus-minus di media e 18.3 di efficienza.

Il record di Laia Palau

Per la veterana della nazionale spagnola si tratta della dodicesima medaglia a livello europeo/intercontinentale: superato il record di Pau Gasol.

Il racconto del primo tempo

Partono fortissimo entrambe le squadre ma parte più forte di tutte Marta Xargay, che con tre triple consecutive regala subito il vantaggio alle campionesse in carica sul 13-6. Le spagnole non sbagliano mai dal campo (7/8 dal campo, 17 punti in meno di quattro minuti) e anche in difesa si fanno sentire nei pressi del canestro con una clamorosa stoppata di Ndour su Gruda lanciata in contropiede. La Francia però non si scompone e non appena l'attacco iberico cala di livello quello delle transalpine sale di colpi grazie a Epoupa, riportandosi a -3. Si tratta però solamente di un attimo, perché l'attacco della Spagna torna a macinare punti: grazie alle triple di Ouvina, Ndour e Dominguez infatti le iberiche chiudono a 32 punti nel primo quarto, lasciandone "solo" 21 alle avversarie.

Ogni volta che la Francia prova a riavvicinarsi c'è sempre una giocata di talento o di astuzia che la ricaccia indietro, come la "magata" di Dominguez che rimette il pallone sul fianco di Epoupa voltata di spalle per poi segnare sotto canestro. Al rientro delle titolari però la Spagna riprende completamente il controllo delle operazioni tanto in attacco quanto in difesa, portandosi sul +13 grazie al palleggio-arresto-tiro della veterana Palau. Anche al rientro dal timeout le spagnole sono inarrestabili, allungando fino al +17 prima di andare al riposo con 14 lunghezze di vantaggio sul 50-36.

Il racconto del secondo tempo

La partenza della Francia è, come prevedibile, arrembante a inizio terzo quarto, cominciando subito con un parziale di 8-2. Ci pensa la solita Xargay a fermarlo con 7 punti in fila e una serissima candidatura al premio di MVP della manifestazione, mentre dall'altra parte la difesa della Spagna continua a fare il suo lavoro rendendo difficile alle avversarie anche solo passarsi il pallone. Il vantaggio delle spagnole torna allora vicino alle 20 lunghezze, con la sola Hartley che sembra in grado di creare qualcosa con il pallone in mano. Nonostante tutti gli sforzi delle francesi, a fine terzo quarto la Spagna è comunque ancora sopra di 14 grazie all'ultimo canestro di Silvia Dominguez allo scadere del cronometro.

Xargay comincia l'ultimo quarto con un'altra tripla "alla Klay Thompson" con il pallone che a malapena transita dalle sue mani prima di finire nel canestro, salendo a 21 punti nella sua clamorosa partita. La Francia prova ad affrettare le sue conclusioni per recuperare tanti punti in poco tempo, ma la precisione non le assiste e la stella Marine Johannes non riesce ad accendersi, complice un brutto 1/6 da tre punti. Gli ultimi minuti di fatto sono solo una lunga attesa fino alla sirena finale: la Spagna si conferma campione d'Europa battendo di nuovo la Francia per 86 a 66.

Hai già aggiunto Sky Sport ai tuoi contatti Whatsapp?

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi