Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
31 agosto 2019

Mondiali Basket, Sacchetti: "Ottima Italia, vietato sottovalutare l'Angola"

print-icon

L'allenatore dell'Italia è soddisfatto dell'ottimo esordio contro le Filippine, senza però dimenticare che la strada da fare ai Mondiali è ancora lunga e complicata: "L'esordio è sempre un'incognita, siamo stati bravi a non concedere nulla di semplice ai nostri avversari"

Segui tutto il mondiale di basket in Cina in esclusiva sui canali Sky Sport 

L'ITALIA TRAVOLGE L'ANGOLA, CENTRATO IL PRIMO OBIETTIVO

IL RACCONTO DI ITALIA-FILIPPINE

I RISULTATI DELLA 1^ GIORNATA DI GARE

Non può che essere soddisfatto coach Sacchetti al termine della prima sfida mondiale dell’Italia, dominata e vinta contro le Filippine 108-62: “L’esordio è sempre l’esordio e, anche se avevamo giocato bene qualche partita, nelle ultime amichevoli la vittoria non è mai arrivata. Un po’ di scorie questa situazione le lascia. È logico che va tenuto conto del valore dell’avversario, però noi siamo stati bravi a indirizzare subito la partita dalla nostra parte. Il pallone è andato dentro anche dalla lunga distanza e con quello ci siamo sciolti. I tiratori li abbiamo sempre avuti in squadra e stavolta hanno sfruttato al meglio il tanto spazio concesso. Vediamo cosa accadrà nelle prossime partite”. Guai però a pensare di aver già passato il turno, c’è ancora una seconda partita da vincere. Come minimo: “Se rischiamo di sottovalutare l’Angola, vuol dire che non abbiamo capito niente. E a quel punto è giusto che ce ne andiamo a casa. Sono soddisfatto perché la prima partita non sai mai come va: rischi che magari dopo un inizio un po’ stentato, poi ti innervosisci… Questo invece non è accaduto. Soprattutto in difesa non abbiamo concesso nulla di scontato, canestri che avrebbero potuto tagliarci le gambe”.

La soddisfazione di Gallinari: “Fondamentale partire con il piede giusto”

Protagonista sul parquet è stato anche Danilo Gallinari – autore di 16 punti in 23 minuti di utilizzo. Nessuna accelerazione particolare, ma un dominio e un controllo unico sul match, concluso con un solo errore al tiro (5/6 dal campo), senza dover forzare o spingere più del dovuto. “Sì è andato bene tutto – racconta ai microfoni di Sky Sport a fine gara - siamo stati aggressivi sin dalla palla a due. Ottimo ritmo, soprattutto la mira non ci ha tradito. Era fondamentale per noi partire con il piede giusto”. E dimostrare di essere a posto anche a livello fisico: “Sia io che Gigi abbiamo lavorato e recuperato bene, siamo pronti a tenere questa rotazione e soprattutto questi minutaggi. È chiaro che non siamo ancora al 100%, ma queste partite servono per entrare in ritmo”.

Hai già aggiunto Sky Sport ai tuoi contatti Whatsapp?

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi