Eurolega: l'Olimpia Milano batte il Panathinaikos 79-78

olimpia milano

Claudio Barbieri

©Ansa

Arriva all'OAKA di Atene il secondo successo consecutivo in Europa dell'AX targata Ettore Messina: Panathinaikos battuto 79-78 grazie a due liberi di Moraschini a 8'' dalla sirena. Decisivi i 18 punti di Micov e i 17 del solito Scola

Colpaccio dell'Olimpia Milano, che batte a domicilio il Panathinaikos per 79-78 nel 3° turno di Eurolega. A OAKA, la squadra di Ettore Messina ancora priva degli infortunati Gudaitis, Nedovic e Mack, butta il cuore oltre l'ostacolo giocando una partita intensa, non priva di smagliature, ma lottando su ogni pallone e venendo premiata a 8'' dalla sirena con uno degli uomini più discussi di questo inizio di stagione, Moraschini, che con il 2/2 ai liberi regala la seconda affermazione europea consecutiva dopo quella contro lo Zalgiris. Padroni di casa traditi dal tiro dalla lunga (3/20) e dall'errore nel finale di quel Calathes (23 punti) fin lì quasi perfetto. Bene per Milano i soliti Micov (18 punti e i canestri decisivi nel finale), Scola (17 punti e 9 rimbalzi) e Rodriguez (10 punti e 5 assist), con Roll chirurgico e letale al tiro (16 punti e 4/7 da tre). Milano torna in campo venerdì 25 ottobre al Forum per sfidare il Fenerbahce di Gigi Datome e Zelimir Obradovic. 

Panathinaikos-Olimpia Milano, la cronaca

Messina sceglie un quintetto atipico, senza lunghi di ruolo e con Micov in guardia. Proprio il serbo e Scola (11 punti) guidano il primo allungo milanese a metà del primo periodo (10-15 al 5'). E' però solo un fuoco di paglia, con il Pana che piazza un parziale di 8-0 grazie al dominio sotto i tabelloni, rimettendosi in carreggiata con 4 rimbalzi offensivi. Il Chacho Rodriguez si accende nel finale e Milano è di nuovo avanti alla sirena del 1° quarto (20-24). I padroni di casa, con il solito Calathes sugli scudi, mettono grande energia in ogni giocata, mentre l'AX in attacco è solo Roll (30-30 al 15'). Messina butta tutti nella mischia, con Milano graziata dalla mano di pietra dei padroni di casa dalla lunga (1/10): Scola insegna basket (13 punti e 7 rimbalzi) e tiene a contatto i suoi (38-38 al 20').

Sulla falsariga di quanto accaduto nel 1° quarto, sono Micov e Scola a tenere in vita Milano, mentre il Pana si affida a un Wiley scatenato (6 rimbalzi offensivi), che accende l'OAKA per il sorpasso dei verdi a metà del 3° periodo (50-49 al 25'). I greci non segnano mai da dietro l'arco (1/13), mentre l'AX fa male (61%) e ne approfitta per il 57-61 dell'ultimo mini intervallo. Calathes si mette in proprio con un paio di magie, ma è l'energia dei padroni di casa a fare la differenza, per il break iniziale di 11-0 che ribalta completamente l'inerzia del match (68-61 al 34'). Quando Milano sembra alle corde, sono tre triple consecutive a rimetterla in carreggiata (78-77 al 39') per un finale punto a punto che sembrava insperato. Moraschini è glaciale con il 2/2 dalla lunetta a 8'' dalla sirena per il sorpasso biancorosso (78-79): Calathes invece sbaglia il tiro della vittoria e l'Olimpia che porta a casa una vittoria fondamentale per morale e classifica. 

 

Panathinaikos: Calathes 23 punti, Wiley 17
Milano: Micov 18, Scola 17, Roll 16, Rodriguez 10

I più letti