NCAA, Bennett è il primo giocatore autistico a segnare in Division 1

Basket

Il ragazzo, affetto da autismo, ha realizzato due punti con la Kent State University nella vittoria contro Hiram: è la prima volta nella storia della NCAA Division 1. "Tutti sono in grado di fare ciò che vogliono nella vita", il suo messaggio a fine gara

Un gigante buono, 2 metri e 10 per 136 chili: Kalin Bennett è il primo studente e atleta con autismo a firmare per una squadra di NCAA Division 1, il massimo livello di basket collegiale degli Stati Uniti d'America, e il primo a segnare dei punti nella storia del basket collegiale americano. Come riporta la Cnn, mercoledì durante il suo debutto in prima squadra nella Kent State University ha partecipato alla vittoria contro Hiram, squadra del nord dell'Ohio, per 97-58, mettendo a referto 2 punti, 2 rimbalzi e una stoppata nei sei minuti giocati. Il suo primo canestro è stato un gancio a tre minuti dalla fine. Alla Cnn racconta che vuole essere d'esempio per i bambini invogliandoli a credere "prima di tutto" in se stessi.

 

"Tutti sono in grado di fare ciò che vogliono nella vita"

Dopo la partita i compagni di squadra di Bennett lo hanno portato in trionfo per la scuola. La dedica è alla madre per "farle sapere che tutto quello che ha fatto non è stato invano". Si tratta di una grande vittoria per il ragazzo che è stato scelto personalmente da Rob Senderoff, allenatore di Kent State, che ha detto alla Cnn di essersi convinto a reclutare il ragazzo dopo aver visto la sua fisicità, la forza e l'entusiasmo per il gioco di Bennett. "Ha bisogno di sviluppare" ancora i suoi talenti dice l'allenatore. In conferenza stampa post partita Kalin Bennett ha affermato: "È bello sapere che la gente mi guarda, ma l'unico messaggio è: tutti sono in grado di fare tutto ciò che vogliono fare nella vita. Spero di aver creato qualcosa che coinvolga quanti più bambini possibili, in modo da portarli a credere in se stessi, prima di tutto", ha concluso.

I più letti