Eurolega: l'Olimpia Milano perde con il Fenerbahce 73-64

Basket

Claudio Barbieri

©Ansa

L'AX esce battuta anche da Istanbul, dove incassa il terzo ko consecutivo per mano del Fenerbahce di Obradovic e Datome. Nel 73-64 finale pesano un primo quarto da incubo e la pessima percentuale da tre punti. Inutili i 19 punti di Tarczewski

L'Olimpia Milano perde 73-64 con il Fenerbahce nel 21° turno di Eurolega. La squadra di Ettore Messina, ancora priva degli infortunati Brooks e Moraschini, incassa il terzo ko consecutivo in Europa dopo quelli con Efes e Maccabi. Sconfitta a testa alta, se così si può definire, con l'AX che ha pagato un primo quarto da incubo (24-15) e una pessima percentuale da tre punti (18% con 3/16), solitamente arma mortifera dei biancorossi. Inutile la super partita di Tarczewski, a referto con 19 punti (9/11 dal campo) e 9 rimbalzi, mentre Rodriguez è stato limitato a 9 punti (4/13 e 6 assist). Milano, che al 38' era ancora a un possesso di distanza dalla corazzata turca, va sotto il 50% di vittorie (10-11), ma tiene la differenza canestri favorevoli con la squadra di Obradovic (9-12). L'AX torna in campo la prossima settimana quando ospiterà al Forum il Bayern Monaco, partita da vincere assolutamente per non perdere il treno playoff

Fenerbahce-Olimpia Milano, la cronaca

Le furibonde difese di inizio partita producono il primo canestro dopo ben 3' di gioco.  Datome è subito molto caldo (5 punti), ma Sykes risponde colpo su colpo e l'AX tiene botta all'impatto dei 13mila della Ulker Arena (8-7 al 4'). Quando il capitano azzurro si prende una pausa, è De Colo a cominciare a macinare gioco, per il 16-13 del Fenerbahce dopo 7'. Rodriguez esce dalla panca ma non incide, Scola non è mai coinvolto e così i turchi, che tirano il 50% dalla lunga, piazzano un parziale di 12-2 che li porta sul 24-15 a fine primo periodo. L'Olimpia stringe le maglie in difesa, con i turchi che restano a secco per i primi 4' del secondo quarto, ma non ne approfitta a causa delle scarse percentuali dal campo (45%) per il 26-17 al 15'. Bastano però un paio di canestri agli uomini di Obradovic per accendersi e scappare in un amen sul +17 (37-20 al 17'), complici anche le 8 palle perse biancorosse. Il primo squillo del Chacho è tardivo, ma scrolla una Milano che riesce a rientrare in qualche modo (41-31 al 20') proprio prima dell'intervallo lungo. 

Messina è costretto a richiamare in panca un Sykes gravato da 3 falli, con Sloukas che ne approfitta per spiegare pallacanestro a ogni azione per il nuovo +14 del Fener (51-37 al 25'). Milano però ha una reazione d'orgoglio: il Chacho torna finalmente sui suoi livelli abituali, Tarczewski fa la voce grossa sotto i tabelloni e l'AX rientra in singola cifra di svantaggio all'ultimo mini riposo (56-47 al 30'). Appena le percentuali da dietro l'arco dei giallublu scendono, l'Olimpia torna fino al -2 (60-58 al 35'), terrorizzando Obradovic e la Ulker Arena. Micov (2 punti e 1/7) sbaglia un paio di triple aperte che avrebbero permesso ai suoi di restare a contatto, Datome, De Colo e Sloukas invece bucano la retina: il Fenerbahce controlla nel finale, vince 73-64 e rifila a Milano la terza sconfitta consecutiva. 

 

Fenerbahce: Datome 14 punti, De Colo 12, Sloukas, Kalinic e Vesely 10
Milano: Tarczewski 19, Rodriguez e Sykes 9

BASKET: SCELTI PER TE