Olimpia Milano, l'obiettivo di mercato è Gigi Datome

Basket

Pietro Colnago

Il capitano della nazionale attende di capire se coach Obradovic rimarrà al Fenerbahce o meno. Si decide tutto entro il 15 giugno. Per lui pronto un triennale e un progetto ambizioso in Europa

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

In questa estate così strana e diversa per colpa del coronavirus divide le sue giornate tra sessioni di allenamenti individuali nel palazzetto che porta il suo cognome (in onore e memoria dello zio) nella sua Olbia ed escursioni alla ricerca di posti incantevoli nella sua amata Sardegna, trasformandosi in una sorta di ufficio per il turismo locale. Passa così le sue giornate Gigi Datome in attesa che qualcosa accada senza la preoccupazione di doversi cercare una squadra. Perché Gigi una squadra ce l’ha già ed è il Fenerbahce con il quale ha vinto tutto in Turchia e persino in Europa e perché è uno dei top player della pallacanestro europea al quale tutti i club più ambiziosi stanno facendo il filo.

La corte di Milano

Tra queste anche l’Olimpia di Ettore Messina che non ha mai fatto mistero di volere alla sua corte il capitano della nazionale italiana. Il corteggiamento era cominciato qualche anno fa, quando Datome era in scadenza di contratto con la squadra turca e Milano gli aveva fatto pervenire un’offerta importante: allora non se ne fece niente perché l’ala azzurra era legata da uno spesso cordone ombelicale a coach Obradovic, con il quale ha un rapporto di grande stima e fiducia e quindi aveva gentilmente ed educatamente declinato l’offerta per rinnovare con il Fener.

Obradovic la chiave

Ora però sembra che la situazione sia un po’, anzi molto diversa: Datome ha ancora un anno di contratto ma la svolta potrebbe arrivare proprio da Obradovic, che non ha ancora deciso il suo futuro vista la situazione poco chiara del club. Il 15 giugno è la data cruciale: se il coach serbo, come sembra, dovesse lasciare la panchina turca, anche Datome farebbe le valigie, transerebbe l’ultimo anno di contratto rimasto e tornerebbe in Italia che aveva lasciato nel 2013 quando con Roma raggiunse la finale scudetto. Milano è la prima opzione extra Fenerbahce e il management Olimpia gli ha già fatto pervenire una bozza di contratto triennale che lo pone al centro di un progetto ambizioso soprattutto in Europa. Per attendere la soluzione occorre però aspettare il 15 giugno: se ad Obradovic la dirigenza Fenerbahce consegnerà una squadra competitiva, tutto le chiacchiere rimarrebbero tali, in caso inverso allora prepariamoci a vedere la barba più famosa d’Europa vestire la canotta dell’Olimpia.

BASKET: SCELTI PER TE