09 settembre 2017

Premier League, Stoke City-Manchester United 2-2: GOL E HIGHLIGHTS

print-icon

Il Manchester United di José Mourinho si ferma in trasferta contro lo Stoke City di Mark Hughes. I Red Devils mancano la quarta vittoria consecutiva, ora hanno dieci punti e sono in testa alla Premier League insieme al City di Guardiola

RISULTATI E CLASSIFICA DELLA PREMIER LEAGUE

Stoke City-Manchester United 2-2

43' Choupo-Moting (S), 46' Rashford (M), 57' Lukaku (M), 63' Choupo-Moting (S)

Il Manchester United non si ripete. Dopo le prime tre vittorie consecutive, la squadra di José Mourinho frena la sua corsa in trasferta alla ripresa dopo la pausa dedicata alle Nazionali: all'ex Britannia Stadium contro lo Stoke City finisce 2-2. Per la prima volta in stagione, De Gea subisce un gol: a fine partita saranno due. Ai Red Devils non bastano le reti di Rashford e il quarto di Lukaku. Il devastante impatto dell'attaccante belga (ha segnato 4 gol in 4 gare come Saha, Van Persie e Ibrahimovic) non è servito davanti alla doppietta di Choupo-Moting. Il Manchester United è ora primo in classifica in coabitazione dei "cugini" del City di Guardiola, oggi vittoriosi per 5-0 contro il Liverpool

Botta e risposta nel primo tempo

Le due squadre iniziano la partita giocando a ritmi altissimi ma senza riuscire a essere pericolose. Al 23’ la prima grande occasione del match, Butland ferma con le gambe la conclusione di Rashford. Quattro minuti dopo lo Stoke replica allo United, Shaqiri ci prova prima rasoterra e poi a giro da fuori area, trovando in entrambi i casi i guantoni di De Gea. La squadra di Mourinho comincia ad attaccare con convinzione e crea diversi pericoli: Butland salva su un’iniziativa di Rashford e impedisce a Lukaku di colpire da posizione favorevole, dopo 30’ di gioco un cross di Valencia viene deviato in angolo e sugli sviluppi dell’azione il tiro di Matić finisce in tribuna. Al 33’ Valencia si smarca sulla fascia destra ma tira da posizione troppo defilata. Troppe le occasioni che il Manchester non è riuscito a concretizzare, arriva il vantaggio dello Stoke City con la deviazione in area di Choupo-Moting sul cross di Diouf, dimenticato dalla difesa dei Red Devils. Neanche il tempo di registrare il vantaggio dello Stoke che arriva il pareggio del Manchester. Calcio d’angolo, il colpo di testa di Paul Pogba finisce addosso a Rashford e poi in rete. Si conclude così un primo tempo in cui il gioco è stato controllato dai Red Devils, che però sono riusciti a colpire solo dopo lo svantaggio.

Nel secondo la storia si ripete

Ad inizio ripresa prima sostituzione per Mark Hughes, cambio in difesa: Martins Indi al posto di Cameron. Lo United inizia meglio il secondo tempo ma i suoi attacchi producono soltanto un tiro centrale di Pogba che Butland può bloccare senza problemi. Al 57' passa in vantaggio la squadra di Mourinho, sul passaggio filtrante di Mkhitaryan Lukaku spara addosso a Butland, poi sulla ribattuta del portiere non sbaglia e spedisce la palla in rete. Al 60' miracoloso salvataggio di De Gea su Jesé e pallone in calcio d’angolo.  Sul corner seguente Jones lascia solo Choupo-Moting che può colpire di testa indisturbato: pareggio Stoke. Il Manchester non si arrende e si lancia in avanti, al 64’ un tiro di Pogba viene deviato in angolo dal portiere, poi tocca a Valencia che ci prova da fuori area, ma il suo rasoterra si spegne sul fondo. Quando mancano una ventina di minuti al termine Mourinho inserisce Mata al posto di Rashford e Martial entra per Herrera. Lo United si sbilancia in avanti per cercare i tre punti. Al 75’ secondo cambio di Hughes, questa volta in attacco, con Berahino al posto di Jesé. Pogba si rende ancora pericoloso, ma Butland non fatica a neutralizzare il suo tentativo. Il più vivace dei Potters è Shaqiri, che punta sempre l’uomo e prova perfino a segnare da calcio d’angolo, trovando però solo l’esterno della rete. Al minuto 81 Lukaku tocca di sinistro a centro area sul cross del neo entrato Martial, ma non impatta bene la sfera e il pallone finisce alto sopra la traversa. All’83’ Mourinho effettua l’ultimo cambio a sua disposizione, entra Lingard ed esce Mkhitaryan. Breve siparietto a bordo campo tra Mourinho e Hughes, il portoghese si avvicina all’avversario per dirgli qualcosa all’orecchio ma Hughes non si scompone minimamente. Martial crea scompiglio sulla fascia sinistra, le azioni dei Red Devils però sono troppo frenetiche, lo Stoke non corre reali pericoli, fino a quando sugli sviluppi di un corner nel secondo minuto di recupero è Zouma a rischiare di segnare nella sua porta, ma Butland salva miracolosamente sulla linea. Pogba è l’ultimo ad arrendersi, ma il suo tiro di sinistro finisce altissimo.

I PIU' VISTI DI OGGI