user
11 febbraio 2018

Premier, i risultati della 27^ giornata: Liverpool ok, Manchester United ko. GOL E HIGHLIGHTS

print-icon

Nella domenica di Premier League sconfitta per il Manchester United e vittoria per il Liverpool. La squadra di Mourinho - al secondo ko nelle ultime tre partite - è stata battuta 1-0 dal Newcastle. Vittoria esterna invece per i Reds, coi gol di Firmino-Salah, sul campo del Southampton. Nell’altro match di giornata 4-1 dell’Huddersfield sul Bournemouth  

PREMIER LEAGUE, RISULTATI E CLASSIFICA

SOUTHAMPTON-LIVERPOOL 0-2

6' Firmino (L), 42' Salah (L)

TABELLINO

Southampton (4-2-3-1): McCarthy; Soares, Stephens, Hoedt, Bertrand; Romeu (80' Davis), Lemina (58' Boufal); Ward-Prowse (71' Long), Hojbjerg, Tadic; Carrillo. All: Pellegrino

Liverpool (4-3-3): Karius; Alexander-Arnold, Matip, van Dijk, Robertson; Oxlade-Chamberlain (60' Milner), Can, Wijnaldum; Salah (89' Lovren), Firmino (79' Lallana), Mané. All: Klopp

Ammoniti: 37' Matip (L), 47' Can (L), 63' Romeu (S)

Vittoria pesante ai fini della classifica della Premier quella del Liverpool, che accende ancora di più la corsa Champions, in attesa del monday night del Chelsea che ospiterà il WBA ultimo in classifica. Contro il Southampton decidono Firmino e Salah nel primo tempo. Dopo soli sei minuti il vantaggio, con l’egiziano a smarcare Firmino solo davanti al portiere per l’1-0. Al 42’, poi, lo scambio di favori, con lo stesso attaccante brasiliano a chiudere con una finezza di tacco il triangolo per Salah. Ventiduesimo gol per l’ex Roma in Premier, ventinovesimo in stagione. Nella ripresa pochissimo Southampton, mai capace di provare a dare una svolta alla partita. I Saints rimangono al 18° posto in classifica, che a fine anno vale la retrocessione in Championship. Il Liverpool invece riscavalca il Tottenham, terzo, ed è a soli due punti dallo United di Mourinho. 

NEWCASTLE-MANCHESER UNITED 1-0

65' Ritchie (N)

TABELLINO:

Newcastle (5-4-1): Dubravka; Yedlin, Lascelles, Lejeune, Dummett, Kenedy (84' Atsu); Ritchie, Diamé, Shelvey, Pérez (94' Hayden); Gayle (80' Joselu). All: Benitez

Manchester United (4-2-3-1): De Gea; Valencia, Smalling, Jones, Young; Matic (77' McTominay), Pogba (66' Carrick); Martial, Lingard (66' Mata), Sanchez; Lukaku. All: Mourinho

Ammoniti: 64' Smalling (MU), 88' Valencia (MU)

Arriva la quinta sconfitta in Premier League per il Manchester United di Mourinho, la seconda nelle ultime tre partite dopo quella contro il Tottenham. I punti di ritardo dal City capolista rimangono 16, ma soprattutto accorciano tutte quelle dietro. Il Tottenham è ora a -4 e il Liverpool è distante solo due lunghezze. La partita la decide Ritchie a metà secondo tempo su schema da palla inattiva. Tante occasioni per lo United che però non riesce a trovare nemmeno la rete del pari. Clamoroso il doppio salvataggio sulla linea della squadra di Benitez su Martial a poco più di dieci minuti dalla fine del match. Il Newcastle, invece, approfitta della classifica cortissima ai piani bassi della Premier e, con questa vittoria, finisce - partendo dal diciannovesimo posto - addirittura alla tredicesima posizione, a +2 sulla zona retrocessione.

Primo tempo

Due grandi occasioni nei primi 45 minuti, due lampi a illuminare un primo tempo povero di emozioni continue e con un ritmo veramente alto soltanto fino al 15’. Il merito, dell’inizio serrato, è della squadra di Benitez, che sceglie la linea a cinque in difesa solo all’apparenza per difendere il pareggio e portare a casa un punto. Nello United c’è ancora Sanchez titolare, largo a sinistra nel 4-2-3-1 disegnato da Mou: Lingard e Martial sono gli altri due alle spalle di Lukaku. La prima chance è quindi per i padroni di casa, forti in pressione fino a costringere lo United nella propria metà campo nel primo quarto d’ora di gioco. Al 5’ una punizione respinta dalla barriera finisce sui piedi di Shelvey che carica il destro dal limite: botta e (super)risposta di De Gea. Passa il tempo e lo United inizia poi però a prendere campo, dal 20’ in poi soprattutto. Al 36’ l’altra grande occasione della partita, con Martial lanciato perfettamente da Matic solo davanti al portiere. Ma la risposta di Dubravka - appena arrivato a gennaio dallo Sparta Praga e al debutto - è eccellente. Nel finale, al 40’, proteste giustificate di Benitez e del Newcastle, per un fallo di Smalling su Gayle proprio al limite dell’area di rigore. Dentro o fuori? Il replay chiarisce: l’attaccante dei Magpies ha evidentemente i piedi in area, seppur di poco, ma l’arbitro Pawson preferisce lavarsene le mani senza nemmeno fischiare il fallo. Break.  

Ripresa 

Ritmo diverso nel secondo tempo, soprattutto per quanto riguarda il Manchester United, deciso a raggiungere la vittoria. Al 53’ viene giustamente annullato un gol a Lukaku (spinta netta a centro area prima del colpo di testa). Dunque doppia occasione per Sanchez: prima il cileno prova la serpentina in area venendo chiuso solo al momento della conclusione a botta sicura, dunque, solo davanti al portiere, salta Dubravka ma si allarga troppo venendo rimontato da Lejeune proprio sul più bello. Al 65’, però, il colpo di scena, col Newcastle che riesce a portarsi in vantaggio. Il gol arriva da schema, palla messa a centro area su punizione, torre di Lejeune, sponda in area di Gayle per Ritchie che calcia indisturbato da pochi passi. Battuto De Gea, 1-0 Magpies. A questo punto lo United deve accelerare, Mourinho boccia Pogba, sostituito da Carrick. Dunque dentro anche Mata e McTominay. Al 77’ clamorosa palla gol (doppia) per Martial. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo il francese si ritrova il pallone tra i piedi, appena al limite dell’area piccola del portiere: primo tiro respinto sulla linea, secondo tiro altrettanto salvato a qualche centimetro dal gol. E lo United è anche molto sfortunato. Gli assalti finali sono tutti inutili, Dubravka è insuperabile, e il Newcastle strappa una vittoria pesantissima per la Premier, sia per quanto riguarda la corsa salvezza, che per quella alla prossima Champions League.

HUDDERSFIELD-BOURNEMOUTH 4-1

7’ Pritchard (H), 14’ Stanislas (B), 27’ Mounié (H), 66' S. Cook (autogol, H), 94' Van La Parra (rigore, H)

TABELLINO

Huddersfield (4-2-3-1): Lossl; Hadergjonaj, Zanka, Schindler, Malone (52' Kongolo); Hogg, Mooy (76' Billing); Ince (65' Quaner), Pritchard, Van La Parra; Mouniè. All: Wagner

Bournemouth (3-4-2-1): Begovic; Francis, S. Cook (70' Smith), Aké; Fraser, L. Cook, Gosling, Daniels; Ibe (58' King), Stanislas (65' Mousset); Wilson. All: Howe

Ammoniti: 18' Gosling (B), 56' Francis (B), 81' Mousset (B)

Vince 4-1 in casa l’Huddersfield e si porta fuori dalla zona retrocessione. Contro il Bournemouth decidono i gol di Pritchard e la doppietta di Mounié. La classifica in Premier League rimane comunque sempre molto corta, e non stupisce che i padroni di casa facciano un balzo dalla 19^ alla 17^ posizione. Il Bournemouth mantiene invece il decimo posto in campionato, anche se i punti di vantaggio proprio sullo stesso Huddersfield siano appena 4.

Guarda tutti i gol della Premier League 2017-2018

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi