Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
22 marzo 2019

Hoeness: "Guardiola sa come farsi comprare i calciatori dallo sceicco del City"

print-icon

Il presidente del Bayern Monaco rivela uno stratagemma dell'allenatore catalano: "Prepara un video sulle caratteristiche principali del suo obiettivo e lo sceicco trasferisce i fondi che servono per completare il trasferimento". Poi una frecciata al City: "Il giorno dopo lo sceicco alza il prezzo del gas ed ecco che ha di nuovo soldi in cassa"

GUARDIOLA: "IL MIO SUCCESSO AL CITY PASSA DALLA CHAMPIONS"

FPP, GUARDIOLA SULL'INDAGINE UEFA: "MI FIDO DEL CLUB"

De Bruyne per 76 milioni, Mahrez a 67, Laporte per 65, Sterling a 63. E ancora: Mendy, Stones, Walker, Sané, Bernardo Silva e Otamendi. Nomi da circa 650 milioni di euro, ai quali aggiungere altri arrivi. Sono solo alcuni degli acquisti garantiti dal Manchester City a Pep Guardiola dall'estate 2016, momento dell'approdo dell'allenatore catalano in Premier League. Oltre che con i risultati, però, Pep sa convincere il presidente dei Citizens a farsi acquistare stelle mondiali a costi esorbitanti anche grazie alla preparazione di filmati specifici sui suoi obiettivi.

Hoeness: "Ecco il trucchetto di Guardiola per farsi comprare calciatori costosi"

A margine della MMM (conferenza di mercati finanziari che si è svolta a Monaco), è stato Uli Hoeness, presidente del Bayern Monaco, a svelare il trucchetto adottato da Guardiola quando vuole raggiungere i suoi obiettivi di calciomercato. "Il mio amico Pep mi ha detto cosa succede quando vuole comprare un giocatore che costa 100 milioni - le parole di Hoeness, riportate da Marca - prepara un video sul suo obiettivo e vola dallo sceicco”. Che, ovviamente, risponde al nome di Mansur bin Zayd Al Nahyan, proprietario del Manchester City. L'opera di persuasione passa dunque da filmati confezionati ad hoc sull'acquisto che Pep desidera per la sua squadra. “Poi c’è questo banchetto ricchissimo, in cui si guardano i video e poi lo sceicco trasferisce i fondi che servono per completare il trasferimento – ha proseguito Hoeness, che non ha risparmiato una frecciatina alla proprietà del City. “Il giorno dopo lo sceicco alza il prezzo del gas di qualche millesimo di euro ed ecco che ha di nuovo i soldi nelle sue casse". Le dichiarazioni di Hoeness arrivano nei giorni in cui la Camera Investigativa della UEFA ha ufficialmente aperto un’inchiesta nei confronti del Manchester City a causa di alcune possibili violazioni del Financial Fair Play. Nello specifico, sarebbero finite sotto inchiesta le modalità utilizzate dallo sceicco Mansour per aumentare le entrate della società attraverso accordi di sponsorizzazione fittizi. "Comunque - ha aggiunto il presidente del Bayern Monaco - io sono fiero del fatto che noi per cose del genere non facciamo debiti ma prendiamo i soldi dal conto in banca”. Laddove non arriva la capacità di Pep di spingere calciatori verso il City per giocare sotto la guida dell'allenatore catalano, intervengono dunque i milioni stanziati dalla proprietà. Parola di Uli Hoeness, che con Guardiola ha condiviso a Monaco di Baviera il triennio 2013-2016, nel quale il Bayern vinse tre volte la Bundesliga, due volte la Coppa di Germania, una Supercoppa europea e una Coppa del Mondo per club.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi