Brasile, Richarlison: "A scuola fui bocciato anche da mio zio. Il calcio mi ha salvato la vita"

Calcio

L'attaccante brasiliano, uno dei protagonisti di questa prima parte di stagione, svela un retroscena sul suo passato tra i banchi di scuola: "Diciamo che non ero molto bravo. Il calcio mi ha salvato la vita"

CAVANI-NEYMAR, UN FALLO SCATENA LA TENSIONE: VIDEO

VINCIUS COME RONALDINHO, ELASTICO DA SPOT IN TV

Richarlison è una delle giovani stelle del calcio brasiliano. A soli 21 anni ha già compiuto passi da gigante e, dopo l'ottima stagione di debutto in Premier con la maglia del Watford, è diventato il leader dell'Everton in seguito alla partenza di Rooney verso gli Stati Uniti. Nelle sue prime 10 presenze con i Toffees, infatti, ha già messo a segno 6 reti e un assist. Prestazioni che non sono passate inosservate neanche in patria, al punto da meritarsi la chiamata della Nazionale. L'esordio con la Seleçao è arrivato lo scorso settembre contro gli USA e nella successiva amichevole contro El Salvador si è anche sbloccato a livello realizzativo, firmando una bella doppietta. Il carattere è ancora da limare, come dimostra l'espulsione incassata nel terzo turno contro il Bournemouth per un 'testa a testa' con Adam Smith, ma la sua carriera sembra destinata a raggiungere vette altissime. Carriera che potrebbe avergli salvato la vita. Fin da piccolo, infatti, il giovane giocatore verdeoro ha sempre immaginato il suo futuro dietro un pallone, anche perché a scuola non è mai stato un alunno brillante. "Diciamo che non ero molto bravo - ha dichiarato il classe '97 in occasione della sfida disputata a Londra tra Brasile e Uruguay -. Per darti un'idea sono riuscito a farmi bocciare in un corso d'arte e l'insegnante era ... mio zio". Per sua fortuna Richarlison è riuscito, dunque, a realizzare il suo sogno, evitando di intraprendere strade sbagliate. Il suo percorso di crescita, però, è solo all'inizio e per continuare a sviluppare le sue qualità è finito sotto l'ala protettiva di Neymar.

"È un grande giocatore e un ragazzo davvero simpatico - ha spiegato l'attaccante del Psg -. Spero di poterlo aiutare, sia dentro che fuori dal campo, a raggiungere i suoi obiettivi. E se è così intelligente come sta dimostrando di essere, sono sicuro che continuerà a lavorare bene per diventare un grande giocatore in futuro". La popolarità di Richarlison continua a crescere con il passare delle settimane, tanto che l'esterno offensivo è diventato il nuovo idolo dei ragazzini brasiliani, compreso il piccolo figlio di O'Ney. Quest'ultimo infatti, come rivelato dallo stesso capitano della Seleçao, ha chiesto a suo padre di emulare "la danza del piccione", tipica del calciatore dell'Everton, nel suo prossimo gol. La prossima occasione utile sarà l'amichevole contro il Camerun.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche