Inchiesta Mondiali 2022 in Qatar, Platini rilasciato: "Totalmente estraneo ai fatti"

Calcio

Inchiesta sulla corruzione legata all'assegnazione dei Mondiali del 2022 in Qatar: è stato rilasciato nella notte dopo un maxi interrogatorio Michel Platini. Le sue prime parole: "Sono sempre stato sereno perchè mi sono sempre sentito estraneo a questa videnda. Quanto accaduto fa male, ma ora bisogna andare avanti"

PLATINI IN CUSTODIA CAUTELARE

PRANZI SEGRETI E TRAFFICI DI INFLUENZE: COSA E' IL QATARGATE

Michel Platini, fermato ieri in Francia per essere interrogato in relazione all'inchiesta su presunti atti di corruzione nelle procedure d'assegnazione dei Mondiali del 2022 al Qatar, è stato rilasciato. Le sue prime parole all'uscita dalla sede dell'Ufficio centrale dell'anticorruzione a Nanterre: "Sono sempre stato sereno perchè mi sono sempre sentito totalmente estraneo a questa vicenda. Tutto ciò che è successo fa male, certo: ti presenti come testimone e vieni subito preso in custodia. Ma bisogna andare avanti". "Loro svolgono il loro lavoro e continuano nelle indagini, io ho cercato di rispondere a tutte le domande. Si tratta di una vecchia inchiesta, io mi sono sempre epresso con totale trasparenza su tutti i giornali", ha aggiunto Platini.

Tanto rumore per nulla

"Non è più in stato di fermo: è stato alzato un polverone per niente", ha dichiarato ai media l'avvocato di Michel Platini, William Bourdon. Rilasciata anche Sophie Dion, l'ex consigliera per lo Sport dell'Eliseo fermata e interrogata sempre ieri in Francia nell'ambito della stessa inchiesta.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.