Italia-Grecia, Mancini: "L'Europeo manca da troppo da tempo, pensiamo a quello"

Calcio

Il ct della Nazionale presenta in conferenza stampa il match contro la Grecia: "Non sarà una gara facile, hanno cambiato allenatore e non so come giocheranno. Ma la nostra priorità è qualificarci, vogliamo vincere e mantenere la nostra impronta di gioco. In 15 mesi siamo cresciuti tanto, guardiamo all'Europeo ma la squadra va fatta anche in relazione ai Mondiali in Qatar. Dubbio Bernardeschi-Barella a centrocampo"

LA NAZIONALE IN VISITA AL BAMBIN GESÙ - I CONVOCATI DI MANCINI

QUALIFICAZIONI EURO2020, I RISULTATI DI GIOVEDÌ - LE CLASSIFICHE

DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

Prosegue il cammino dell'Italia verso Euro2020. Gli azzurri sono a punteggio pieno nel girone di qualificazione e sono attesi dalla gara contro la Grecia, presentata così da Roberto Mancini: "Dobbiamo pensare a qualificarci, questa partita non sarà semplice – ha dichiarato il Ct in conferenza stampa – La Grecia ha cambiato allenatore, cambierà modulo e ha lasciato a casa calciatori esperti. Non so come giocheranno, ma noi vogliamo avere sempre la nostra impronta e vogliamo vincere. Quando presi la Nazionale non sapevo cosa potesse accadere, era importante fare in fretta. Non siamo mai stati in difficoltà quando abbiamo perso, tra campioni del Mondo e campioni d'Europa. Nonostante il pareggio contro la Polonia, la squadra aveva giocato un calcio diverso. In Portogallo avevamo cambiato undici calciatori, poi siamo sempre migliorati in questi 15 mesi e i ragazzi hanno trovato da subito un buon feeling. Il nostro primo obiettivo è l'Europeo, la competizione più vicina. Poi la squadra va vista anche in base a quel che sarà il Mondiale in Qatar. Ma sono tanti anni che manca l'Europeo nella bacheca italiana, ora pensiamo a quello".

"Dubbio Barella-Bernardeschi. Vialli sarà importante"

Un unico ballottaggio ancora da sciogliere: "Dubbio Barella-Bernardeschi? È l'unico, sì”. Mancini attende in Nazionale anche il suo amico Gianluca Vialli, che sarà capo delegazione: “Non so cosa accadrà, mi fa molto piacere che il presidente abbia pensato a Luca, mio compagno di squadra per anni. Fa piacere a me, allo staff e ai calciatori, credo possa aiutarci”. Infine su Kean: “Mi dispiace per l'espulsione, c'è sempre lui di mezzo. È stato sfortunato, ma deve fare più attenzione".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche