Borussia Moenchengladbach, calciatori si riducono gli stipendi per pagare i dipendenti

Bundesliga

Bel gesto dei calciatori del Borussia Moenchengladbach, che hanno deciso di ridursi lo stipendio per permettere alla società di pagare i dipendenti ed evitare licenziamenti

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI LIVE

Anche la Bundesliga è ferma dallo scorso weekend a causa dell'emergenza per il coronavirus. Questa situazione, oltre a impedire alle varie squadre di giocare, crea per i club delle difficoltà di natura economica. Sono previste perdite d'entrate per la mancata vendita dei biglietti o per i mancati incassi derivanti da diritti tv e sponsorizzazioni, che andranno a mettere in crisi i bilanci delle società e a rischio il posto di lavoro di tanti dipendenti. Per tamponare la situazione d'emergenza che sta vivendo il Borussia Moenchengladbach, i calciatori del club tedesco si sono offerti di ridursi lo stipendio per permettere alla società di pagare tutti i collaboratori che erano a rischio licenziamento. Altrettanto hanno fatto anche l'allenatore Marco Rose e lo staff tecnico. In questo modo la squadra ha permesso a tutti gli impiegati di mantenere il proprio posto e alla società di affrontare una delicata situazione.

Il ds: "Gran gesto dei giocatori, hanno aiutato il club"

Questo gesto è stato molto apprezzato dai dirigenti del club, come testimoniato dalle parole del direttore sportivo Max Eberl: "Sono orgoglioso dei giocatori, sono con il Borussia nella buona e nella cattiva sorte, e tutto ciò farà sì che gli altri impiegati del club mantengano i loro posti. Ai ragazzi non ho dovuto dare molte spiegazioni, sanno bene cosa sta succedendo e sono stati loro a offrirmi l'autoriduzione dei salari. Questi sono tempi particolari e ci vogliono misure adeguate. Questa decisione ci permetterà anche di evitare cessioni dolorose in estate".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche