Monaco-Juventus, Higuain: "Lavoro e lotto per vivere serate così"

Champions League
Decine di fotografi accerchiano Gonzalo Higuain al termine della semifinale di Montecarlo (Getty)
higuain_monaco_getty

Per il Pipita è stata una notte da fenomeno. A fine gara è ovviamente soddisfatto: "Abbiamo portato a casa una vittoria importantissima e ora abbiamo il campionato a cui pensare". Il gol in Champions per un po' è stato un problema: "L'importante è stato rimanere calmo e tranquillo. E' più importante il successo della squadra", ha detto l'attaccante argentino. Buffon: "Pallone d'oro? Non ci penso"

Prima di questa notte magica Gonzalo Higuain aveva segnato appena quattro gol in questa Champions League; l’argentino ha però risposto presente nel momento più importante, quando tutti aspettavano risposte da lui. Due gol per arrivare a quota 31 reti in questa stagione in tutte le competizioni e per dare una grande mano alla sua Juventus nella corsa alla finale di Cardiff. Pochi secondi dopo il novantesimo l’attaccante ha parlato così della sua serata e del successo della squadra.

La felicità del Pipita

"Due firme importantissime, sono felice. Questa è una vittoria pesante, in una semifinale è sempre importante vincere. Abbiamo portato a casa una vittoria importantissima e ora abbiamo il campionato a cui pensare e speriamo di vincere sabato il derby contro il Torino e chiudere così quanto prima il discorso scudetto. Io lavoro sempre, lotto e cerco sempre di fare bene; l'importante era stare calmo e tranquillo, poi per fortuna abbiamo portato a casa una vittoria fondamentale. Però sappiamo che ancora manca la partita di ritorno contro una squadra forte e speriamo di arrivare in finale. Sono felice di aver segnato anche in Champions, lavoro per questo ma è più importante il successo della squadra. Tutti abbiamo fatto un grande lavoro per non prendere gol. Sono davvero contento".

Le parole di Gigi Buffon

Altro grande protagonista della serata con le sue parate è stato Gianluigi Buffon, fondamentale per tenere in piedi la sua squadra in più di un'occasione. Così nel post partita il portiere bianconero ha parlato della sua serata e di quella della squadra: "Ogni volta devo dimostrare di valere questo livello, nonostante la carta d'identità. L'obiettivo è quello di smettere di giocare e far dire agli altri 'peccato che Buffon abbia smesso'. La parata su Mbappé? Non posso giudicare se è stata più o meno bella di quella su Iniesta perché non rivedo le mie parate. L'importante è farsi trovare pronti quando la squadra ne ha bisogno. Sono felice e soddisfatto. Oggi abbiamo fatto una bella gara e cioè quello che dovevamo fare per uscire indenni da questa serata. L'obiettivo è quello di migliorarci ancora, perché ci alleniamo tutti i giorni per questo. Il Pallone d'oro? Non ci penso, spreco già troppe energie per mantenermi in condizione per poter giocare sempre bene ed essere d'aiuto ai compagni".

"Risultato importante"

"Cardiff è più vicina - dice poi Giorgio Chiellini - questo è un risultato importante fuori casa. E' stata una gara difficile che è andata come ci aspettavamo, abbiamo tolto la profondità ai loro attaccanti ma quando si gioca una semifinale di Champions qualcosa si concede, è stato bravissimo Gigi a rispondere presente sempre ma ora siamo contenti. Avevamo preparato la partita cercando di non farli ripartire quando ci levavano il pallone, negli spazi possono mettere in difficoltà chiunque e anche sui cross siamo stati bravi a rinviare. Volevamo premere, sappiamo che loro non sono arrivati fino a qui per caso. Siamo stati bravi ma non perfetti, Buffon è stato davvero fondamentale. La scossa dopo Firenze? Ho sempre pensato che tutto dipendeva da noi, abbiamo sempre avuto qualcosa in più di tutti gli altri e abbiamo sempre chiesto tempo. Determinante l'idea del mister che ha cambiato modulo, siamo cresciuti e in questi anni abbiamo acquisito consapevolezza a livello mentale. Ora ci sentiamo pronti per giocarcela alla pari con tutti, con le nostre caratteristiche".

Così Barzagli

Queste infine le parole del difensore, tra i migliori di serata: "Oggi abiamo fatto una fase difensiva più a tre per una questione tattica del Monaco; comunque abbiamo fatto fatica anche oggi ma abbiamo ottenuto un ottimo risultato. Loro hanno una qualità incredibile e oggi me ne sono accorto ancora di più affrontandoli, sono veloci e hanno potenza fisica. La Champions si gioca a viso aperto e Gigi è stato bravissimo a coprire gli spazi che abbiamo concesso. Mbappé? Devastante! In questi anni ne ho incontrati parecchi ma non così a questa età. E' bravissimo a fare tutto e a fiutare il gol, fa movimenti da grande, così come Falcao che è una specie di Inzaghi, non sta mai fermo. Il francese diventerà veramente forte". Infine, una battuta su Higuain: "Ho sempre visto Gonzalo tranquillo ma in Champions gli mancava il gol anche se ha giocato sempre tantissimo per la squadra. Anche grazie a un paio di scommesse che ha con me e con Chiellini è tornato il grande centravanti che è. E' importantissimo per noi, aveva un po' di pressione ma ora siamo felici che abbia segnato".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport