Champions League, Klopp incredulo: "Roma in semifinale? Pensavo a uno scherzo". Su Salah...

Champions League

L'allenatore del Liverpool sorpreso dalla rimonta della Roma sul Barcellona: "Non ci credevo, ma non voglio essere irrispettoso, sono una grande squadra. E hanno fatto l'impresa dopo aver perso uno come Salah!" E un eventuale incrocio tra i due club sarebbe spunto per una clamorosa rivincita...

GUIDA E ORARI DEI SORTEGGI DELLE SEMIFINALI

L'IMPRESA DELLA ROMA: BARCELLONA BATTUTO 3-0

#ROMANTADA, I TWEET DEL MONDO DEL CALCIO

DI FRANCESCO: "ORA VOGLIAMO LA FINALE"

E chissà che i loro destini non possano incrociarsi per davvero anche in semifinale. Perché, al momento, in attesa di Real-Juve e del Bayern che parte con un vantaggio sul Siviglia di Montella, in semifinale ci sono loro. Liverpool e Roma, capaci dell’impresa. Klopp di battere per tre volte di fila un Manchester City che sembra letteralmente imbattibile. E la Roma - una grande e immensa Roma - capace di schiantare il Barcellona con una partita perfetta. Di quelle da ricordare per sempre. Di quelle che, il giorno dopo, al risveglio nel proprio letto, quasi si fatica a crederci. Invece è tutto vero, è successo. E incredulo - di un cappotto così clamoroso in una notte magica - lo era proprio anche Jurgen Klopp: “Roma qualificata? Quando me lo hanno detto nel tunnel degli spogliatoi dopo la partita ho pensato fosse uno scherzo - ha detto il tedesco alla guida dei Reds - non voglio essere assolutamente irrispettoso della Roma, sono una squadra fantastica, ma non mi aspettavo questa rimonta. E lo hanno anche fatto senza Salah”.

Rivincita?

Già, Salah. Il grande ex che contro il City ha segnato - di nuovo - e con Messi all’angolo e alle corde come un pugile sfinito nella notte dell’Olimpico ha pareggiato il conto con l’argentino di gol stagionali: 39. Meglio di loro solo CR7, che avrà a brevissimo una nuova notte europea per provare a lanciarsi sempre più in testa al gruppo. E l'eventuale sfida tra Liverpool e Roma sarebbe una semifinale segnata da un grande ex, Momo Salah, che con la Roma in due stagioni segnò 34 reti in 83 partite. Ma sarebbe soprattutto anche una grande rivincita. Perché i giallorossi, battendo 3-0 il Barcellona, hanno raggiunto la semifinale di Champions League/Coppa dei Campioni solo per la seconda volta in tutta la loro storia. La prima? Manco a dirlo, stagione 1983-84, quando poi arrivò anche la finale proprio contro il Liverpool. Erano le squadre di Joe Fagan e Nils Liedholm. Di Pruzzo che pareggia il vantaggio di Neal e dei rigori maledetti che consegnano al Liverpool la quarta coppa in una finale giocata proprio a Roma. Di Francesco è stato chiaro: “Non ci fermiamo, vogliamo arrivare a Kiev”. Magari contro il Liverpool. Magari passando dal Liverpool. Ma senza smettere di sognare, e di lasciare tutti increduli e stupefatti da un successo che è già entrato nella storia.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche