user
02 ottobre 2018

Dzeko, tripletta in Roma-Viktoria Plzen e dedica a Calafiori: "Il ritiro ci è servito ma possiamo far ancor di più"

print-icon

Prima tripletta in Champions League per Edin Dzeko con una dedica speciale. Il bosniaco, dopo il 5-0 al Viktoria Plzen, ha raccontato le proprie sensazioni ai microfoni di Sky Sport: "Sono contento ma possiamo fare ancora di più. Sopreso dal ko del Real". Poi, la dedica speciale allo sfortunato Calafiori

TRIPLETTA DI DZEKO: ROMA-VIKTORIA PLZEN 5-0

GOL E DEDICA, KLUIVERT MOSTRA LA '34' DI NOURI

Tutta la UEFA Champions League è solo su Sky

Prima Dybala e ora Dzeko: le due triplette "italiane" della serata di Champions League con tanto di due palloni portati a casa rispettivamente dai protagonisti. Edin Dzeko in realtà sembra abbia averci preso gusto a segnar triplette contro il Viktoria Plzen visto che anche nel novembre del 2016 aveva realizzato un hat trick contro gli avversari cechi, seppur in Europa League. Al triplice fischio poi, Dzeko ha voluto dedicare la vittoria per 5-0 di stasera a Calafiori, ragazzo della Primavera giallorossa infortunatosi gravemente al ginocchio in Youth League. Le parole del 9 giallorosso a Sky Sport: "Il ritiro ci ha fatto bene ma possiamo fare ancora molto di più".

"Contento per la tripletta, sopreso per il ko del Real"

Probabilmente il Viktoria Plzen ogni volta che vedrà Edin Dzeko d’ora in poi farà tutti gli scongiuri del caso, vista la tripletta segnata stasera dall’attaccante dopo quella di tre anni fa: "Li conosco, ho giocato in Repubblica Ceca – afferma Dzeko col sorriso a Sky Sport -. Penso sia la mia prima tripletta in Champions e devo essere contento". Poi, sulla Roma ritrovata: "Sicuramente il ritiro ci ha fatto bene, ci siamo uniti e ci siamo detti che così non andava bene. Ma non siamo ancora al nostro massimo. Le ultime tre partite ci hanno dato fiducia ma dobbiamo dare sempre di più". Infine, sul ko a sorpresa del Real contro il CSKA: "La sconfitta del Real mi sorprende ma tutte le partite sono difficili in questa competizione. Abbiamo 3 punti e ci sono quattro partite ancora da giocare, le prossime due contro il CSKA saranno importantissime".

Chi è Calafiori

La Roma sorride ma fino a un certo punto. Anzi, la Roma Primavera non sorride proprio. In casa giallorossa infatti c’è preoccupazione per l’infortunio subìto da Riccardo Calafiori oggi nella gara di Youth League persa per 4-3 contro i pari età del Viktoria Plzen. In seguito ad un intervento killer di Svoboda – poi espulso – il giocatore della Roma, infortunatosi gravemente al ginocchio, è stato costretto alla sostituzione all’80’ uscendo dal campo in lacrime e trasportato in tutta fretta a Villa Stuart per gli esami strumentali. Si teme la rottura del crociato, sperando non ci siano altre complicazioni. Il ragazzo, terzino classe 2002, era il più giovane in campo oggi ed è uno tra i più promettenti prospetti delle giovanili giallorosse. Fu tra i protagonisti dello scudetto vinto dall’under 17 nella scorsa stagione. Proprio l’eroe della Roma dei grandi di stasera, Edin Dzeko, ha voluto dedicargli la vittoria in Champions mostrando alle telecamere la maglia col nome di Calafiori al termine del match vinto 5-0.

ROMA, DZEKO DEDICA LA TRIPLETTA AL GIOVANE CALAFIORI

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi