Schalke-City, tifoso in pericolo di vita dopo rissa fuori dallo stadio

Champions League

La polizia tedesca conferma: il tifoso è un 32enne britannico, trasportato immediatamente in ospedale e ora in pericolo di vita per un forte trauma cranico. Lo scontro è avvenuto con un sostenitore dello Schalke

CHELSEA-MAN CITY LIVE

IL CITY RIMONTA IN DIECI, SCHALKE BATTUTO 3-2

Il tifoso nel Manchester City è in pericolo di vita. È questo l'ultimo aggiornamento riferito da Sky Sports in Inghilterra, che cita a sua volta il comunicato della Essen und Gelsenkirchen Police che sta investigando su quanto accaduto. Emergono nuovi dettagli sulla vicenda: il tifoso è un 32enne britannico, trasportato immediatamente in ospedale e ora in condizioni critiche per un forte trauma cranico. "Poco prima della fine della partita di Champions League della Veltins-Arena - recita il comunicato delle forze dell'ordine tedesche - c'è stato un violento scontro introno alle 22.50 tra due tifosi: uno dello Schalke e uno del Manchester City. Nella disputa, il trentaduenne inglese è stato raggiunto da un colpo che lo ha fatto cadere a terra". E, stando al rapporto della polizia tedesca, sarebbe stata proprio la caduta a causarne la grave lesione cerebrale. "La polizia ha istituito una commissione per l'omicidio per indagare sui fatti e cercare testimoni che possano fornire informazioni" - conclude il comunicato.

Sul sito ufficiale del Manchester City è invece ancora presente il primo comunicato apparso in giornata che informava della vicenda, confermata anche da un portavoce della Greater Manchester Police: "Siamo venuti a conoscenza di un attacco subito dopo la partita della Veltins-Arena in Germania la scorsa notte. Il club sta lavorando insieme alle autorità britanniche e tedesche per ottenere maggiori informazioni. I membri dello staff sono rimasti in Germania per sostenere la famiglia del tifoso ferito, che è attualmente in condizioni critiche in ospedale. Chiunque abbia informazioni che possano aiutare la Polizia può chiamare il 101", il numero unico per contattare le forze dell'ordine nel Regno Unito.

I più letti