Champions, Solskjaer in pettorina durante PSG-Manchester United: ecco perché

Champions League

Al Parco dei Principi è stato costretto a indossare la pettorina in genere utilizzata dai calciatori durante la fase di riscaldamento. L'allenatore dello United spiega il perché del look poco casual, ma decisamente fortunato

UNITED, UN'ALTRA PAZZA RIMONTA CON SOLSKJAER

EVRA-POGBA, SHOW AL PARCO DEI PRINCIPI

IMPRESA UNITED, IN KENYA SCOPPIA LA FESTA

Quando Ole Gunnar Solskjaer è stato inquadrato in panchina per la prima volta durante la partita tra PSG e il suo United, non è passata inosservata la pettorina che indossava, come se fosse un giocatore. Ma perché il manager dei Red Devils indossava la pettorina, visto che non è un obbligo per un allenatore? Forse qualcuno avrà pensato che volesse addirittura scendere in campo vista la grande emergenza infortuni in un match di Champions così delicato, magari proprio per l'assalto finale nei minuti di recupero, la sua specialità. Alla fine infatti lo United ha superato il turno con una rimonta clamorosa (1-3 a ribaltare il ko di Old Trafford per 2-0 maturato all'andata), ma il mistero per un po' è rimasto, tra scherzi e battute sui social. Poi, però, l'allenatore norvegese ha spiegato in conferenza stampa il motivo del "particolare look" sfoggiato nella notte del Parco dei Principi: "Io avevo un cappotto nero, stesso colore della divisa del Paris Saint-Germain. Stavo correndo troppo avanti e indietro sulla linea del fallo laterale dove era presente il guardalinee e questo poteva disturbare l'altro assistente che era dall'altra parte del campo. Ho provato a spiegare le mie ragioni al quarto uomo, ma non sono risultate valide", racconta Solskjaer. A cui è stato imposto di indossare la stessa pettorina usata dai calciatori per le fasi di riscaldamento: abbigliamento poco casual, ma – vista l'incredibile rimonta – decisamente fortunato. Non ci dovremo meravigliare, dunque, se dovesse replicarlo. 

I più letti