Del Piero: "Juve tornerà a vincere Champions. Se non quest'anno, non sarà fallimento"

Champions League

L'ex capitano bianconero sul percorso in Champions della Juventus: "Con l'Atletico grande impresa, ma chi conosce questa società non è rimasto sorpreso. Prima o poi la Juve tornerà a vincere la Champions, Cristiano Ronaldo è stato preso per questo, ma se non succederà quest'anno non sarà un fallimento. Ricordi Ajax? Nel '96 era un'altra squadra, aveva tanti campioni. Ma contro il Real Madrid mi ha impressionato"

INFORTUNIO RONALDO, TUTTE LE NEWS LIVE

CR7, NIENTE SQUALIFICA IN CHAMPIONS: CI SARA' CON L'AJAX

Quando la Juventus vinse l'ultima Champions League nel 1996, Alex Del Piero era in campo. E ora che la squadra di Massimiliano Allegri è attesa dalla sfida contro l'Ajax, nella mente dell'ex capitano bianconero sicuramente saranno riaffiorati i ricordi di quella straordinaria cavalcata. "È un'era diversa e il calcio è cambiato molto – ha raccontato Del Piero a Marca – Allora l'Ajax era una squadra migliore perché avevano vinto la Champions League e avevano talenti che in un paio d'anni hanno giocato nelle squadre più grandi. Ma il modo in cui hanno battuto il Real Madrid è stato fantastico. Sarà dura, ma la Juve è candidata alla Champions League sin dall'inizio. Hanno costruito una squadra molto forte a cui hanno aggiunto Cristiano. La vittoria con l'Atletico? Non è stata una grande sorpresa per persone come me che sanno cosa sia la Juventus. Conosciamo il club, la sua mentalità, i giocatori: ti puoi aspettare di tutto. Non è stato facile, ma hanno fatto una partita perfetta. Hanno avuto successo in situazioni concrete e l'Atletico è scomparso durante il gioco".

“Ronaldo? Preso per la Champions”

Decisivo Ronaldo: "Ecco perché la Juventus l'ha comprato. Lui è un campione che ha già vinto il titolo, che sa come giocare questo tipo di partite così difficili. È concentrato su quell'obiettivo, la Juve lo ha preso per questo e il piano fino a ora sta andando alla perfezione. Se hai un giocatore che segna un gol a partita, poi ti sorprendi quando non lo fa. Può succedere, non esiste una regola che dice che devi segnare sempre. Mi ha sorpreso vederlo alla Juve, ma non molto. Cristiano voleva una squadra che valeva nel mondo e scegliere la Juve è stato un grande affare". Sul prosieguo della Champions League, aggiunge: "Non vincerla non sarebbe un fallimento, è una parola troppo grande che non userei. Il progetto è vincerla con Cristiano: ha firmato per alcune stagioni, se ci riesci subito è meglio. Le finali perse in passato? Si parla di momenti diversi, la Juve non era favorita. Raggiungere la finale è già di per sé un risultato importante, ma prima o poi vinceranno nuovamente la Champions League. Questa Juventus sta facendo la storia".

"Zidane al Real? Operazione intelligente"

Del Piero commenta poi il ritorno di Zidane al Real Madrid: "Sono rimasto un po' sorpreso, soprattutto perché lo ha fatto prima di quanto mi aspettassi. Zizou ama Madrid, vive con la sua famiglia e ha un ottimo legame con il club. Non è stata una grande sorpresa, ma è successo molto presto. Penso che Florentino abbia avuto la chiara idea di riportare Zidane, che ha vinto tre Champions League di fila. È un'operazione intelligente. Zidane alla Juve? È un amico, mi piacerebbe rivederlo. Ma la Juve ha già un grande allenatore e lui sta bene a Madrid”. Real che evoca ricordi piacevoli, quelli dell'ovazione ricevuta al Bernabeu: “Rimasi sorpreso, eravamo in un momento difficile, con molti infortuni. Abbiamo giocato una grande partita, ho segnato due gol e alla fine, quando l'allenatore mi ha cambiato, ero molto concentrato, ma ad un certo punto ho detto: 'Queste persone si sono alzate e mi stanno applaudendo?'. È stato un momento speciale, incredibile. Nel calcio giochi per vincere, ma anche per i tifosi. E quando queste situazioni accadono, e non con i tuoi tifosi ma con quelli della squadra avversaria, è molto meglio. E per di più contro il Real Madrid e al Bernabeu, che è un tempio. Fu come vincere un trofeo. Alla fine ho deciso di giocare per sempre nella Juventus, ma mi sarebbe piaciuto giocare in Spagna".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche