Napoli Liverpool, Ancelotti in conferenza stampa: "Voglio San Paolo come Anfield"

"Favoriti? I campioni d'Europa sono loro", alla vigilia della sfida contro i 'Reds' del San Paolo, Carlo Ancelotti ha presentato la sfida in conferenza stampa. "Loro sono più forti, anche noi siamo più completi della scorsa stagione. Il fattore ambientale può essere decisivo". Napoli-Liverpool martedì alle ore 21 su Sky Sport Uno 

NAPOLI-LIVERPOOL LIVE

IL CALENDARIO: ATALANTA - INTER - JUVE - NAPOLI

CHAMPIONS LEAGUE, LA GUIDA ALL'EDIZIONE 2019/2020

DAL 20 SETTEMBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

1 nuovo post
ANCELOTTI A SKY - Zero gol subiti per la prima volta in stagione, in casa contro la Samp: un buon punto di partenza, o c'è ancora tanto lavoro da fare?
 
"Ce n'è senz'altro, ma la squadra è attenta e abbiamo lavorato bene durante la sosta. Qualche miglioramento l'abbiamo fatto, certamente a livello difensivo domani dovremo fare una partita di spessore".
- di ninocr
ANCELOTTI A SKY - L'impressione è che sia una partita che può fortemente indirizzare il discorso qualificazione.
 
"No, da parte nostra c'è la percezione che ci confrontiamo contro la squadra più forte d'Europa. Questo lo dicono i dati: tutte le altre big in questo periodo hanno avuto qualche piccola battuta d'arresto, tranne il Liverpool. Quindi il nostro unico pensiero è che giochiamo contro una squadra fortissima e vogliamo fare bella figura".
- di ninocr
ANCELOTTI A SKY - Rispetto all'undici che ha battuto la Samp: dentro Manolas, Allan e Insigne?
 
"Quando si fa turnover un leggero vantaggio ce l'hanno i giocatori che sono più freschi. Certamente il nostro pensiero non è rivolto al prossimo match di campionato contro il Lecce, ma al Liverpool. Quindi le decisioni che prenderò riguardo alla formazione non saranno condizionate dal Lecce".
- di ninocr
ANCELOTTI A SKY - Nella gara di andata ci fu la famosa linea a quattro con i tre centrali: sarà una soluzione riproponibile, con Maksimovic a destra?
 
"Non è un problema di interpreti, che potranno essere Maksimovic, Di Lorenzo o Malcuit. Quello che non deve cambiare in noi è l'atteggiamento. Con il Liverpool devi difendere bene: l'abbiamo fatto molto bene l'anno scorso, quello è il riferimento e la fase di non possesso va fatta bene al di là degli interpreti. Soprattutto per evitare i contropiedi, perché nelle ripartenze sono la squadra migliore del mondo".
- di ninocr
ANCELOTTI A SKY - In questi mesi è cresciuto più il Liverpool o il Napoli?
 
"Il Liverpool è cresciuto molto: è una squadra che adesso ha molte sicurezze, portate dalla vittoria della Champions League. Ma siamo cresciuti anche noi. Certamente ripetere la partita dell'anno scorso non sarà facile ma questo è il nostro obiettivo: giocheremo contro una squadra più forte, ma sarà più forte anche il Napoli".
- di ninocr
ANCELOTTI A SKY - Quanto ha pesato quell'eliminazione nella gestione mentale della stagione: l'impressione è che la ricaduta psicologica sia stata pesante.
 
"L'abbiamo sofferta un po', devo dire la verità. Sapevamo che era un girone molto difficile e non eravamo partiti con molte pretese perché era veramente molto complicato. Però poi siamo arrivati molto vicini alla qualificazione: sarebbe stato un grande successo e perciò l'eliminazione ha un po' pesato a livello psicologico".
- di ninocr
ANCELOTTI A SKY - Ricominciate da dove avevate salutato la Champions lo scorso anno.
 
"Questa partita è ormai un classico della nostra stagione. Finora ha portato meglio a loro che a noi, perché alla fine la Champions l'hanno portata a casa loro. Per noi è sempre molto eccitante giocare contro il Liverpool: è una delle squadre più in forma del momento e quella Campione d'Europa in carica".
- di ninocr
A margine della conferenza stampa, Carlo Ancelotti è anche intervenuto in esclusiva ai microfoni di Sky Sport.
- di ninocr
Fine della conferenza stampa.
- di ninocr
DOMANDA PER ANCELOTTI - Che cosa può dare Llorente in questa gara?
 
"Llorente è qui perché può esserci utile. E' un ottimo attaccante, ma c'è il rischio di confonderlo con un giocatore solo forte di testa. Llorente anche se è alto è un calciatore completo".
- di ninocr
DOMANDA PER ANCELOTTI - Con il Napoli più competitivo in Seria A, deve cambiare l'approccio anche in Champions League?
 
"Dobbiamo rispettare il campo, non tanto quello che si dice fuori. La Juve ha fatto solo un pareggio e non capisco perché sembra che sia successo chissà cosa. il Napoli può essere competitivo, così come le altre, ad esempio l'Atalanta. Tutte le quattro che sono in Champions possono essere molto competitive, con buone possibilità di passare tutte il turno".
- di ninocr
DOMANDA PER ANCELOTTI - La conoscenza reciproca chi può favorire?
 

"Ci conosciamo bene entrambi, e quindi si pareggia. Vediamo se ci saranno sorprese dal punto di vista tattico: ma quando provi una sorpresa, fai una cosa che conosci poco e quindi bisogna stare attenti. Il rischio è che possa essere controproducente. Vorrei uscire da questa gara con la stessa sensazione dell'anno scorso. Nulla di più, forse il risultato non è la cosa più importante. Abbiamo sfiorato il passaggio in un gruppo per tutti impossibile, la delusione ha inciso sul rendimento dei mesi successivi".

- di ninocr
DOMANDA PER ANCELOTTI - Quattro inglesi in finale tra Champions ed Europa League nella scorsa stagione. Ma nessun allenatore inglese.
 

"Il calcio inglese ha importato molti allenatori in Premier: questo li ha favoriti, anche se le squadre non sono arrivate fin lì per gli allenatori stranieri. Ma perché le società hanno messo i soldi. Il Liverpool ha detto ai tifosi di fare attenzione a Napoli? No, questa città non è pericolosa: i tifosi che arrivano possono godersi il mare, il cibo, approffittare della bellezza che c'è qui attorno. Ma qualche ignorante c'è dappertutto".

- di ninocr
DOMANDA PER LLORENTE - Ti piacerebbe l'etichetta di uomo Champions?
 
"Mi piacerebbe aiutare sempre la squadra. Sarebbe importante, migliorando partita dopo partita perché ho ancora tanto da migliorare".
- di ninocr
DOMANDA PER ANCELOTTI - Koulibaly e Van Dijk sono i difensori centrali più forti del mondo?
 
"Ce ne sono anche altri di fortissimi, ma tra i migliori ci sono sicuramente loro. Per qualità, carattere ed esperienza".
- di ninocr
DOMANDA PER ANCELOTTI - In casa sono imbattuti da tre anni, fuori sono un avversario diverso.
 
"Il fattore ambientale incide molto, soprattutto per uno stadio come Anfield. Che domani il San Paolo ci sia d'aiuto allo stesso modo. L'ambiente visto contro la Samp è stato molto positivo, speriamo di essere all'altezza. L'anno scorso hanno perso tutte e tre le gare esterne del gruppo, ma sono passati in casa. Oggi però sono più solidi anche fuori".
- di ninocr
DOMANDA PER ANCELOTTI - Tanti precedenti contro il Liverpool, sia da giocatore che da allenatore: qual è il ricordo più intenso?
 
"Sono legato al Liverpool per le più grandi delusioni. L'84, in finale con la Roma e poi quella di Istanbul nel 2005. Ma c'è stata anche la gioia delle vittorie. E' una squadra che comunque mi ispira simpatia: giocare ad Anfield è sempre emozionante per l'ambiente unico che riescono a creare".
- di ninocr
DOMANDA PER LLORENTE - Il cammino del Tottenham nella scorsa Champions League è qualcosa di ripetibile?
 
"Certo, ma è difficile. Pensiamo partita per partita: dopo il Liverpool dovremo affrontare altre due avversarie. Non è mai semplice e se sbagli una gara si complica il girone".
- di ninocr
DOMANDA PER ANCELOTTI - Contro la Samp, una vittoria di carattere nonostante le assenze: è un Napoli più completo.
 
"La rosa è competitiva in tutti i reparti. Possiamo competere su tutti i fronti, andiamo avanti passo dopo passo. Ora pensiamo a superare il gruppo: oltre al Liverpool ci sono squadre che si conoscono meno, ma l'obiettivo è passare e possiamo farcela. Che Champions può fare questo Napoli? Da protagonista, ma il cammino dipende da tanti fattori. Superiamo il girone e poi vediamo".
- di ninocr
DOMANDA PER LLORENTE - L'anno scorso la finale contro il Liverpool persa con la maglia del Tottenham. E' una sconfitta che brucia ancora?
 
"Sicuramente è stato doloroso. Ma domani più che una vendetta per me, è un'opportunità per noi: per dimostrare che possiamo stare al loro livello. Dobbiamo giocare un grande calcio".
- di ninocr

I più letti