Inter, Conte: "Squadra matura. Esposito? Mi fido di lui, è un titolare"

Champions League
conte getty-2

Antonio Conte sulla vittoria contro il Borussia Dortmund per 2-0 in Champions League: "Mi è piaciuta la maturità della squadra, era giusto far di tutto per continuare questo sogno. Mi fido di Esposito"

Antonio Conte ha parlato nel post di Inter-Dortmund, partita vinta dai nerazzurri 2-0 con una prova di coesione e maturità: "Il Borussia ha cambiato sistema prima della partita, se ti metti a 5 dietro vuol dire che hai paura della nostra fase offensiva. È stata una partita tattica. Loro hanno voluto giocare a specchio, avevamo preparato un altra partita, siamo stati bravi a cambiare. Ho raccomandato ai miei di non perdere palle centrali. Ai ragazzi avevo detto che era giusto fare di tutto per continuare questo sogno, quello raggiunto grazie al lavoro di Spalletti l’anno scorso. Sappiamo di non essere favoriti, l’unico modo per rimanere vivi era vincere. Mi è piaciuta la maturità della squadra, cosa che contro il Sassuolo non c’era stata nel finale. Ora testa al Parma in campionato, perchè non abbiamo tempo di godersi la vittoria".

"Esposito è un giocatore importante per noi, ma deve volare basso"

Conte è soddisfatto della prestazione dei suoi. L'allenatore dell'Inter entra nello specifico analizzando la prestazione di alcuni giocatori: "Barella, Gagliardini e Brozovic a centrocampo hanno fatto una partita veramente importante. A Marcelo ogni tanto gli tiro le orecchie perchè a lui piace la fase offensiva e io ho bisogno da lui di tutte e due le fasi fatte bene. Esposito? Sarei stato un folle a mettere un ragazzo di 17 anni in una partita di Champions se non mi fossi fidato di lui. Lui sa che deve volare basso. Mi è dispiaciuto che non sia andato in Nazionale ma ho fatto capire che è un giocatore importante. È un titolare a tutti gli effetti".

Le parole di Barella e Martinez

Anche Nicolò Barella è intervenuto nel post-partita intervistato da Andrea Paventi: "L'abbiamo vinta restando compatti per tutti i 90', senza concedere nulla al Borussia che è una squadra forte. Spesso abbiamo fatto grandi partite senza raccogliere quello che meritavamo, come è successo col Barcellona. Invece oggi siamo stati concentrati in tutte le occasioni". Anche Lautaro Martinez dice la sua: "Sono molto felice, lavoro per aiutare la squadra, per crescere e migliorare. Al gol sinceramente volevo tirare dall’altro lato ma ho cambiato idea all’ultimo. Antonio ci ha reso più tranquilli segnando il 2-0. Dobbiamo continuare così. Sarà difficile per tutti gli avversari giocare contro di noi".

 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.