Mexes, la rovesciata contro l'Anderlecht in Champions League compie 7 anni. IL VIDEO

LA ROVESCIATA

Marco Salami

Un capolavoro. Stop di petto ed esecuzione perfetta. Palla sotto la traversa con portiere (e uno stadio intero) a bocca aperta

Era il 21 novembre del 2012. La partita un Anderlecht-Milan di Champions. In palio tre punti pesantissimi per i rossoneri, dopo l'unica vittoria conquistata nelle prime quattro partite del girone. Era il Milan di Massimiliano Allegri, reduce dal campionato (quello precedente) perso nel testa a testa con la prima Juve di Conte, e soprattutto orfano, nell'ultima estate, di gente come Ibra e Thiago Silva (partiti per Parigi) e ancor di più scottato dagli addii di Nesta, Seedorf, Gattuso, Zambrotta, Van Bommel e Inzaghi. Partita tesissima. Rossoneri già avanti con El Shaarawy (nell'anno nella sua esplosione) e poi estasiati da quella giocata. Minuto numero 71: Montolivo alza la punizione cercando il francese sul secondo palo. Palla corta, Mexes valuta la traiettoria, arretra, stoppa di petto posizionandosi al limite dell'area e inizia un movimento perfetto. Un arcobaleno che si infila sotto la traversa, vicino all'incrocio.

 

Quella rete, accaduta esattamente sette anni fa, fu la prima per l'ex Roma con la maglia del Milan, alla sua seconda stagione in rossonero e alla prima da titolare di una difesa completamente nuova dopo quegli addii pesantissimi. Il secondo centro di quella stagione sarà altrettanto fondamentale: a Siena nell'ultima giornata di campionato, e a tre minuti dal novantesimo, per la vittoria che consegnerà ad Allegri il terzo posto Champions. Negli occhi di molti rimarrà però indelebile soprattutto quella magia. Rooney, Rivaldo, Ronaldinho, Crouch, Bale e CR7. Nell'olimpo dei golassi in rovesciata, c'è anche quello di Mexes.  

Mexes in Anderlecht-Milan del 2012

I più letti