PSG-Basaksehir, Coltescu sospeso dall'UEFA fino al 30 giugno 2021

champions

L'UEFA ha concluso le indagini su quanto accaduto in occasione di PSG-Basaksehir di Champions League, facendo cadere le accuse di razzismo rivolte al quarto uomo Coltescu. Il comportamento dell'arbitro rumeno è stato considerato comunque in appropriato: il direttore di gara è stato fermato fino al termine della stagione, dovrà partecipare a un programma educativo, ma potrà fare appello contro la decisione

PSG-BARCELLONA LIVE

L'UEFA ha deciso di fermare fino al 30 giugno 2021 Sebastian Coltescu, il quarto uomo della sfida tra PSG e Istanbul Basaksehir di Champions League svolto lo scorso 8 dicembre. Quella partita fu prima sospesa e poi rinviata dopo la decisione del club turco di lasciare il campo in seguito a una presunta frase razzista rivolta al vice allenatore Pierre Webo. Dopo quattro mesi l'UEFA si è espressa sulla vicenda, escludendo il razzismo ma ritenendo comunque inappropriato il comportamento di Coltescu. Il direttore di gara rumeno è stato quindi fermato fino al termine della stagione e non potrà arbitrare neanche in patria oltre che a livello internazionale, dove tra l'altro già era stato normalmente dismesso per naturale turnazione. Oltre allo stop, l'UEFA ha ordinato a Coltescu "di partecipare ad un programma educativo prima del 30 giugno 2021 alle condizioni stabiliti dai servizi arbitrali UEFA" insieme a Octavian Sovre, l'arbitro della partita PSG-Basaksehir. Coltescu potrà comunque fare appello contro la decisione.

Il comunicato dell'UEFA

leggi anche

L'UEFA assolve Coltescu: "Non ci fu razzismo"

"A seguito di un'indagine condotta da un Ispettore Etico e Disciplinare UEFA (EDI) – si legge - in merito agli eventi che hanno portato all'abbandono della partita di UEFA Champions League 2020/21 tra Paris Saint-Germain e İstanbul Basaksehir FK l'8 dicembre 2020 e il successivo procedimento contro gli ufficiali di gara Mr. Sebastian Constantin Coltescu e Mr. Octavian Sovre, l'Organo di Controllo, Etica e Disciplina UEFA (CEDB) hanno preso la seguente decisione: Sospendere il signor Sebastian Constantin Coltescu dall'espletamento della funzione di arbitro fino alla fine della stagione 2020/21, ossia fino al 30 giugno 2021, per violazione dell'articolo 11, paragrafo 1, dei regolamenti disciplinari UEFA (DR) e dell'articolo 6 (1) dei Termini e condizioni generali per gli arbitri che arbitrano le partite UEFA (GTC), ovvero per comportamento inappropriato durante una partita UEFA per la quale è stato nominato; ordinare al signor Sebastian Constantin Coltescu di partecipare a un programma educativo prima del 30 giugno 2021 alle condizioni stabilite dai servizi arbitrali UEFA; ordinare al signor Octavian Sovre di partecipare a un programma educativo il prima possibile ma prima del 30 giugno 2021 alle condizioni stabilite dai servizi arbitrali UEFA".

 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.