Real Madrid-Atalanta, Muriel: "Fino all'1-0 era la partita che volevamo"

atalanta
IPA/Fotogramma

Il gol del numero 9 su punizione per il temporaneo 2-1 non basta all'Atalanta per accedere ai quarti di finale di Champions League: "Fino al loro vantaggio stavamo giocando la partita che avevamo preparato, poi abbiamo reagito ma il 2-0 ci ha tagliato le gambe. Impressionato dalla serenità del Real". Romero amaro: "Non abbiamo giocato come sappiamo"

GASPERINI: "TROPPI ERRORI, CONVINTO POTESSIMO FAR MEGLIO"

Gol numero 20 in stagione, ma la punizione realizzata da Luis Muriel contro il Real Madrid non è bastata all'Atalanta per portare a casa dalla Spagna il pass per i quarti di finale di Champions League. "Stavamo giocando la partita che volevamo fare, pressando e cercando di creare occasioni - racconta l'attaccante colombiano a Sky Sport - ma prendere il gol dell'1-0 in quel momento della gara ci ha tolto alcune convinzioni, poi abbiamo ripreso a giocare ma il 2-0 ci ha tagliato le gambe".

"Posizione non ha inciso, colpito da serenità Real"

approfondimento

Zidane: "Quarti meritati, perfetti in difesa"

Muriel ha anche parlato della sua posizione nell'11 di partenza, da centravanti sostenuto da Malinovskyi e Pasalic. "Troppo solo davanti? No, fino a quel momento in due-tre giocate avevo trovato Pasalic, Mali o Pessina pronti a darmi sostegno a turno. Certo, giocare di spalle alla porta è diverso dal giocare a due in attacco, quando puoi allargarti per ricevere il pallone. Però non credo che la posizione abbia inciso". Il numero 9 dell'Atalanta è stato invece impressionato dalla "capacità di palleggiare del Real Madrid in ogni situazione, anche quando li pressavamo alti. Scambiavano nello stretto e uscivano anche con discreta facilità, questo ti resta negli occhi: giocano con grande serenità, questo mi ha colpito tantissimo".

Romero: "Non è stata la solita Atalanta"

Un pizzico di delusione nella voce di Cristian Romero. "Davvero un peccato, non abbiamo fatto la nostra solita partita - le sue parole a Sky Sport - loro hanno segnato su una nostra disattenzione, poi nel secondo tempo abbiamo provato ad attaccare ma non c'è stato niente da fare. Ora ci concentriamo sul campionato, provando a fare bene e raggiungere la qualificazione per la prossima Champions: è il nostro obiettivo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche