Flop italiano in Champions, Capello: "Al nostro calcio manca qualità e intensità"

l'analisi

Negli studi di Sky Sport Fabio Capello ha analizzato l'eliminazione delle squadre italiane dalla Champions League: "Da noi si gioca un calcio lento, senza intensità e con poca qualità. Visto Chelsea, Bayern e Real? Corrono tutti e giocano un calcio corale"

CHAMPIONS, I SORTEGGI DEI QUARTI LIVE

Dopo Inter (uscita nella fase a gironi), Juventus e Atalanta, anche la Lazio è stata eliminata agli ottavi di finale di Champions League. Una Champions poco felice per le nostre squadre, che non sono riuscite a entrare nei primi 8 club d’Europa. Ma quali sono i motivi di questi risultati poco felici? "Purtroppo il calcio italiano è lento, non c’è intensità e aggressività. Pensiamo che si possa vincere solo con la tattica e il possesso palla, ma questo diventa molto difficile quando si incontrano squadre che hanno una certa qualità e intensità", il pensiero espresso da Fabio Capello negli studi di Sky Sport. L’ex allenatore tra le altre di Milan, Roma e Juve ha proseguito così la sua analisi: "Nelle quattro partite di ritorno degli ottavi che si sono disputate tra martedì e mercoledì abbiamo visto che hanno vinto le squadre che giocano con intensità e qualità. La qualità del calcio italiano è bassa, non abbiamo coraggio e soffriamo le squadre che hanno trovato quel qualcosa in più rispetto a noi", le sue parole.

"Nei club stranieri corrono tutti, c'è grande coralità"

leggi anche

Italia fuori dai quarti, le 8 squadre qualificate

Capello elogia invece il modo di giocare di alcune delle squadre straniere protagoniste in questa Champions: "Il Chelsea e il Bayern giocano un calcio aggressivo con tutti i componenti della squadra, da noi le punte non rientrano e restano in avanti ad aspettare. È stato impressionante aver visto i giocatori del Real Madrid rientrare tutti nella propria metà campo, stessa cosa vista nel Chelsea. Nel caso degli inglesi non so se il merito sia di Tuchel, se sia riuscito a mettere qualcosa di diverso nel lavoro, una mentalità nuova negli allenamenti. Ma si nota una grande coralità, con una qualità superiore". Capello torna a fare un paragone con il nostro calcio: "Ronaldo, ad esempio, è bravissimo però è esente dal rientrare; nelle squadre di adesso invece corrono e rientrano tutti. Il gioco non è solo palla indietro al portiere. C’è un qualcosa che porta a giocare un calcio offensivo, veloce e aggressivo: per farlo però serve mentalità e qualità, e per le qualità servono risorse. I migliori sono andati in Inghilterra e Germania e i risultati si vedono".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport