Inter-Real Madrid, Inzaghi: "Concentrati sul presente. Bastoni vuole esserci"

champions

Alla vigilia del debutto in Champions contro il Real Madrid, l'allenatore nerazzurro è chiaro: "Il passato non conta, abbiamo l'occasione per scrivere una pagina importante per il nostro presente. Ancelotti? Ha sicuramente più esperienza di me, ma giocheremo con il coltello tra i denti". Sul recupero di Bastoni: "Lui vuole esserci"

INTER-REAL LIVE

Riparte la Champions, e quella dell’Inter inizia con la sfida al Real Madrid, l’avversario più tosto del girone allenato da Carlo Ancelotti. Gara a cui l’Inter arriva dopo il pareggio contro la Sampdoria, che in casa nerazzurra ha lasciato un po’ di rammarico, con la vetta della classifica lasciata a Napoli, Milan e Roma.

"Concentrati sul presente"

approfondimento

Champions League, calendario e orari 1^ giornata

Simone Inzaghi, nella conferenza stampa della vigilia, torna anche sugli errori dell’ultima di campionato, ma ai suoi chiede soprattutto di restare concentrati sul presente. “Sicuramente si può sempre migliorare, ma domenica ci ha penalizzato molto il fatto di giocare gli ultimi 25’ con un uomo in meno (dopo l’infortunio di Sensi, con i cambi già effettuati, ndr), nel calcio moderno è difficilissimo. C’è rammarico per il risultato per come era stata preparata. Noi però non dobbiamo pensare sul lungo periodo o al passato; domani abbiamo l'opportunità di scrivere una pagina molto importante per il nostro presente”.
 

Tanto meno, per l’allenatore interista, bisognerà scendere in campo pensando al passato ancora meno recente, come la sfida al Real dell’anno scorso (sempre nei gironi di Champions, da cui l’Inter uscì) o come i suoi risultati ottenuti in Champions con la Lazio, che sempre nella passata stagione portò agli ottavi. “Quello che è stato, compreso l’anno scorso. L’esperienza è importantissima, ma sappiamo dal giorno del sorteggio che il girone non è semplicissimo".

Il confronto con Ancelotti

approfondimento

Il miglior marcatore in Champions di ogni club

"Cosa significa avere esperienza internazionale? Penso che da allenatore, tra Champions ed Europa League, sono vicino alle cinquanta partite. Ancelotti ovviamente ne ha molte di più, noi cercheremo di prepararci nel migliore dei modi, giocando col coltello tra i denti sperando di essere nella nostra migliore giornata. Sarà comunque una serata bellissima, davanti ai nostri tifosi. Abbiamo voglia di farlo, sapendo che sarà molto impegnativa”.
 

Restando sul confronto con Ancelotti, poi, solo elogi per l’avversario: “Penso che sia uno degli allenatori più vincenti della storia, con cui tante volte mi è capitato, quando sono stato a vedere qualche allenamento di mio fratello o quando era al Napoli, di parlare di calcio. È bravo a dare una grande organizzazione alle sue squadre e un bellissimo gioco d’attacco”.

"Bastoni? Vuole esserci"

leggi anche

Real, contro l'Inter out Bale, Kroos e Marcelo

Vinicius jr il pericolo numero uno? Vive un ottimo momento, ma se ci concentriamo su di lui rischiamo di dimenticare Benzema, Hazard o Rodrygo. Hanno tantissima qualità e noi dovremo essere bravi a concedere poco perché ti puniscono in ogni momento, ma senza limitarci solo alla fase di non possesso perché sarà importantissimo anche quando la palla la avremo noi”.
 

Sulla formazione, invece, Inzaghi conferma che si cercherà di recuperare Bastoni: “Il ragazzo vuole esserci. Abbiamo ancora un allenamento oggi e una sgambata domani. Se darà garanzie giocherà, se no come a Genova ci sarà un altro”.

 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche