Milan-Atletico Madrid, Pioli: "Rosso a Kessié eccessivo, arbitro non il migliore in campo"

milan
©Getty

Lucida analisi dell'allenatore del Milan sulla sconfitta casalinga rimediata, in dieci, contro l'Atletico e arrivata solo al 96' con un rigore di Suarez: "Dispiace perché stavamo giocando nettamente meglio di loro, significa che ci manca ancora un tassello per essere al top. Rigore? A me sembra che sia Lemar a toccare prima con la mano e il rosso a Kessié è esagerato"

C'è amarezza per il risultato nelle parole di Stefano Pioli dopo la rocambolesca sconfitta del suo Milan costretto dal 29' in dieci uomini contro l'Atletico e punito al 96' da un calcio di rigore (dubbio) trasformato da Suarez. Tuttavia l'allenatore del Milan sottolinea i meriti della squadra in parità numerica: "Non c’è rabbia ma delusione, delusione perché eravamo vicini a ottenere un risultato positivo contro una squadra molto forte - dice - E’ vero che in undici contro undici abbiamo giocato nettamente meglio e questo ci deve dare ancora più convinzione nelle nostre qualità e nel nostro modo di giocare. Mi dispiace perché ci poteva essere un po’ più attenzione sul primo gol perché eravamo in tanti in mezzo all’area, ci dispiace perché i ragazzi hanno fatto uno sforzo importante ed uscire ancora sconfitti ci complica la classifica".

"Rigore? Sembra che sia Lemar a toccare prima con la mano"

approfondimento

Milan-Atletico 1-2, gol e highlights

Tuttavia sia la gara contro il Liverpool ma soprattutto quella di stasera contro l'Atletico, certifica che il Milan è tornato a certi livelli: "Significa che ci stiamo in questa Champions ma anche che ci manca ancora un tassello per fare la differenza - spiega ancora - Al di là dell’espulsione e di qualche ingenuità, abbiamo giocato un gran calcio per mezz’ora, poi abbiamo subito l’inferiorità numerica perché loro ci attaccavano con tanti giocatori. E’ un peccato per tutta la serata, per i tifosi e per i giocatori, è una prestazione che ci dà fiducia perché abbiamo giocato meglio dell’Atletico ma manca ancora qualcosina per essere al top". Sulle decisioni dell'arbitro: "Rigore? Sembra che sia Lemar a toccare prima la palla con le mani. Kessié? A me non è sembrato un intervento da doppio giallo al 30’. Non credo che l’arbitro sia stato il migliore in campo oggi".