Caos tifosi, Liverpool: "Inaccettabile", l'Uefa: "Esamineremo i fatti con urgenza"

il comunicato
©IPA/Fotogramma

Mentre si giocava il secondo tempo della finale di Champions League tra Liverpool e Real Madrid, il club inglese e l'Uefa hanno pubblicato due comunicati sui fatti avvenuti all'esterno dello Stade de France, dove molti tifosi dei Reds non hanno potuto fare il loro ingresso a causa di disordini provocati da supporters in possesso di ticket non validi

LIVERPOOL-REAL MADRID 0-1, HIGHLIGHTS

La finale di Champions League contro il Real Madrid, per il Liverpool, era partita male già prima di cominciare. Molti tifosi sono rimasti a lungo bloccati fuori dallo stadio, a causa di disordini e caos al momento dell'ingresso all'interno dello Stade de France (clicca qui per la ricostruzione di quanto successo), e sono riusciti ad entrare solo a fine primo tempo. E mentre la partita stava volgendo verso la sua fine, il Liverpool ha pubblicato un comunicato ufficiale per mostrare il dispiacere per quanto successo e per far sapere di aver richiesto ufficialmente l'apertura di indagini per individuare i colpevoli e le cause dei forti disagi: "Siamo estremamente delusi dai problemi di accesso allo stadio che i tifosi del Liverpool hanno dovuto affrontare questa sera allo Stade de France. Questa è la più grande partita del calcio europeo e i tifosi non dovrebbero vivere le scene a cui abbiamo assistito stasera. Abbiamo ufficialmente richiesto un'indagine formale sulle cause di questi problemi inaccettabili".

Il comunicato dell'Uefa

leggi anche

Benzema segna ma il Var lo ferma: era fuorigioco?

Più o meno in contemporanea con il comunicato del Liverpool, anche la Uefa ha pubblicato la sua nota ufficiale in merito agli eventi accaduti all'esterno dello Stade de France, ricostruendo quanto successo e mandando un messaggio di solidarietà ai tifosi coinvolti: "Prima dell'inizio della partita, alcuni tornelli del settore del Liverpool sono stati bloccati da migliaia di fan che avevano acquistato biglietti falsi che non funzionavano nei tornelli. Ciò ha creato un accumulo di tifosi che cercavano di entrare. Di conseguenza, il calcio d'inizio è stato ritardato di 35 minuti per consentire l'accesso al maggior numero possibile di fan con biglietti autentici. Poiché il numero di tifosi fuori dallo stadio continuava ad aumentare dopo il calcio d'inizio, la polizia li ha dispersi con gas lacrimogeni e li ha costretti ad allontanarsi dallo stadio. La Uefa vuole dimostrare la sua solidarierà verso coloro che sono stati colpiti da questi eventi. Inoltre, esaminerà ulteriormente queste questioni con urgenza, insieme alla polizia e alle autorità francesi e alla Federcalcio francese".