user
02 gennaio 2018

Coppa Italia, Napoli-Atalanta. Sarri: "Non siamo da coppe. Squadra con la testa tra le nuvole"

print-icon

L'allenatore azzurro commenta il ko con l’Atalanta: "Nel secondo tempo la squadra era distratta, con la testa fra le nuove. Stiamo facendo una stagione straordinaria, ma forse siamo meno adatti per le coppe. Troppe gare? Eliminerei le pause per la Nazionali"

ATALANTA IN SEMIFINALE DI COPPA ITALIA

COPPA ITALIA 2017/18 - IL TABELLONE

Sconfitta con l'Atalanta ed eliminazione dalla Coppa Italia, c'è delusione in casa Napoli dopo il ko del San Paolo. "Era una partita da pareggio per le occasioni. Abbiamo fatto bene nel primo tempo, il secondo tempo invece non mi è piaciuto. La squadra sembrava più distratta, con la testa fra le nuvole. Stiamo facendo una stagione straordinaria. Nelle coppe forse siamo meno adatti. Lascerei a parte il capitolo Manchester City, che vince con tutte e quindi perderci ci sta. Qualcosa di meglio nelle coppe potevamo fare. Molto probabilmente la squadra ha più attenzione in campionato che nelle coppe, lo facciamo inconsciamente ed è un errore", le parole di Maurizio Sarri. "Squadra leziosa? Nel primo tempo non ho avuto questa sensazione, la squadra è stata lì, compatta, ripartiva con cattiveria. Nella ripresa però l'ho avuto, c'è stata poca cattiveria. Se la sconfitta con la Juventus ci ha lasciato strascichi? E' una gara che ti rimane un po' addosso, ma fino ad ora dopo la Juventus non avevamo mai perso", ha proseguito Sarri”.

"Eliminiamo le pause per la Nazionali"

"Troppe gare? Per costringere le società a schierare i migliori anche in Coppa bisognerebbe ampliare il numero di sostituzioni a cinque. Non mi piacerebbe abbassare il numero delle squadre di Serie A, perché vorrebbe dire togliere la A a diverse piazze che formano un bacino d'utenza importante. Io eliminerei le pause per le nazionali, così il campionato potrebbe finire a metà aprile. E' impensabile che un giocatore pagato due milioni all'anno da una società durante il campionato vada in giro per l'Europa e giocare con Cipro, Gibilterra e Andorra, con tutto il rispetto. Si potrebbe giocare a fine campionato, quando si avrebbero 30-40 giorni per fare tutte queste gare", le parole di Sarri.

Turnover e mercato

"Turnover? Quando cambi la formazione, se vinci hai fatto benissimo, se perdi dovevi far giocare la stessa. Oggi la squadra mi è piaciuta meno nel secondo tempo, quando c'erano più titolari. Con l'Atalanta abbiamo fatto fatica anche quando giocavano altri, è una squadra fisica che ha un buon palleggio, ci toglie ritmo e ci infastidisce sempre. L'ha fatto anche in campionato, nonostante il risultato, la situazione era simile a quella di oggi". Chiusura finale sul mercato: "Verdi e Inglese hanno delle titubanze sull'essere altezza del Napoli? C'è un giudice implacabile, è il campo. Io sono tutti i giorni in allenamento e decido, se dicessi qualcosa a priori sarei prevenuto. Si sta parlando di scelte individuali sulle quali è anche difficile entrare. Non è che mi sto occupando di questa cosa, quindi non so neanche che dire. Ma se un ragazzo fa una scelta sua è impossibile fare commenti", ha concluso Sarri.

COPPA ITALIA, TUTTI I VIDEO

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi