Inter, Marotta: "Dybala? Noi vogliamo alzare l'asticella. I tentativi vanno fatti, poi..."

Coppa Italia
©IPA/Fotogramma

L'amministratore delegato nerazzurro commenta le voci sul possibile inserimento dell'Inter su Dybala, in scadenza a giugno e non sicuro di rinnovare con la Juve: "Il management deve essere ambizioso nell'alzare l'asticella. I tentativi vanno fatti, poi se ci riusciamo o meno non importa". Stasera, dopo Inter-Empoli, post partita all'interno di 'Calciomercato - L'originale' in diretta su Sky Sport 24 e Sky Sport Calcio, subito dopo il fischio finale del match

CALCIOMERCATO, NEWS E TRATTATIVE LIVE

Nel prepartita di Inter-Empoli - match valevole per gli ottavi di finale di Coppa Italia - l'amministratore delegato nerazzurro, Giuseppe Marotta, ha rilasciato alcune dichiarazioni riguardanti il mercato e altre sulla situazione del club. Interrogato sulla situazione di Paulo Dybala, Marotta ha risposto così: "Quando un giocatore di quel valore si avvicina alla scadenza del suo contratto, è normale che venga avvicinato ai grandi club", ha detto ai microfoni Mediaset. "Noi dobbiamo ricordarci che abbiamo un reparto offensivo di grande valore, che ci dà garanzie per il presente e per il futuro: sono tutti professionisti che rispondono alle nostre esigenze. Noi dobbiamo essere ambiziosi per andare alla ricerca di giocatori che possano alzare l'asticella. Poi se non viene centrato l'obiettivo non importa, ma i tentativi vanno fatti".

"Scamacca e Raspadori? Normale che l'Inter li segua..."

leggi anche

Dionisi: "Scamacca e Raspadori qui fino a giugno"

La situazione di Dybala non è stata l'unica affrontata da Marotta. All'ad nerazzurro è stato chiesto un parere - in ottica mercato - sui due gioiellini del Sassuolo, Scamacca e Raspadori: "Intanto faccio i complimenti a Carnevali per la gestione del Sassuolo e la valorizzazione dei giovani. È normale che l'Inter guardi con attenzione giocatori come Frattesi o Scamacca, perché tutti insieme lavoriamo nell'intento di rinforzare l'Inter guardando il 'Made in Italy' che a volte viene sottovalutato. Invece siamo un movimento calcistico di alto livello. Vanno però riconosciuti i meriti del gruppo di Inzaghi: siamo sulla buona squadra

"Questo è un periodo felice"

leggi anche

Marotta e Ausilio fino al 2025: a giorni i rinnovi

Infine, Marotta ha anche parlato della situazione attuale del club e del suo rinnovo: "Siamo uomini, ci basta uno sguardo. Con il presidente Zhang ci siamo confrontati: siamo felici di continuare insieme. Questo è un periodo felice per tutti: siamo un club di grande prestigio nazionale e internazionale. L'ufficialità verrà annunciata dalla società".