Everton-Atalanta, probabili formazioni: Gomez-Petagna in avanti. Anche i Beatles "tiferanno" per la Dea

Europa League

L'Atalanta è a un passo dalla qualificazione per i sedicesimi di finale di Europa League contro l'Everton, aritmeticamente già fuori. Basta un punto alla squadra di Gasperini che potrà contare anche sulla spinta dei tremila tifosi arrivati dall'Italia

Un punto per la storia, per sognare, per centrare la qualificazione e giocarsi il primo posto del girone E contro il Lione nell'ultima partita. All'Atalanta basta non sbagliare contro l'Everton che è già fuori dai sedicesimi di finale di Europa League. I tifosi ci credono e hanno "colorato" di nerazzurro il centro di Liverpool. E non è mancato anche l'azzardo: vestire per qualche minuto con le sciarpe della Dea le statue dei 4 Beatles, collocate sul lungomare a pochi passi dal centro e dall'imbarco principale dei traghetti. E' la scultura, realizzata da Andy Edwards, ritrae i Fab Four come furono immortalati in una foto del 1963, agli albori della carriera, non lontano da lì.

Le scelte di Gasperini

L'allenatore dell'Atalanta si è preso tutto il tempo per studiare la migliore formazione - come ha precisato lui stesso alla vigilia - da schierare a Liverpool. In difesa, è tornato a disposizione anche Caldara che si è allenato e che potrebbe insidiare il posto di Palomino. Sulle fasce, a centrocampo, uno tra Castagne, Gosens e Hateboer rimarrà fuori. Uniche certezze in attacco con Gomez e Petagna che sono stati confermati: con loro Cristante (favorito) o Ilicic in appoggio.

Atalanta (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Palomino, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Castagne; Cristante; Petagna, Gomez

Scontri fra tifosi, ma niente italiani

Un episodio ancora da chiarire è successo nella notte, a Liverpool. La polizia è intervenuta alle 23.20 locali nella zona fra Concert Square e Wood Street per sedare un principio di rissa. Le autorità locali non hanno confermato il coinvolgimento di tifosi italiani. Dei 10 fermi, 8 sarebbero di nazionalità tedesca e tifosi dell'Eintracht Francoforte). 

 

I più letti