07 dicembre 2017

Zulte Waregem-Lazio 3-2. Leiva segna di tacco, la decide il mancino di Leya Iseka: gol e highlights

print-icon

La squadra di Inzaghi esce sconfitta dalla trasferta belga nonostante una bella reazione nella ripresa. Lo Zulte Waregem va subito avanti con Nill De Pauw, poi arriva il raddoppio dopo un'ora di Heylen. Caicedo tiene vive le speranze dei biancocelesti, Leiva di tacco ristabilisce la parità. Leya Iseka nel finale regala la vittoria ai padroni di casa. È tornato in campo dopo oltre 6 mesi di Felipe Anderson

INZAGHI: ABBIAMO PRESO GOL EVITABILI

CLICCA QUI PER RIVIVERE ZULTE WAREGEM-LAZIO

EUROPA LEAGUE, RISULTATI E CLASSIFICHE

ZULTE WAREGEM-LAZIO 3-2

6' De Pauw (ZW), 60' Heylen (ZW), 66' Caicedo (L), 76' Lucas Leiva (L), 83' Leya Iseka (ZW)

La Lazio chiude con una sconfitta l’ultima partita del gruppo K, girone ampiamente vinto in anticipo, perdendo 3-2 sul campo dello Zulte Waregem, eliminato nonostante i tre punti. È la squadra belga ad aprire subito le marcature, poi nella ripresa arriva il 2-0. La Lazio ristabilisce momentaneamente la parità, ma a 7’ dal termine Leya Iseka segna la rete definitiva della vittoria. Inzaghi può comunque sorridere per aver ritrovato in campo Felipe Anderson, la cui ultima partita era stata disputata il 28 maggio, e per la reazione avuta dalla squadra, vanificata poi dal gol del 20enne belga di origini congolesi. 

Ecco il quadro completo con tutte le squadre che passano ai sedicesimi:

Primo tempo

La Lazio parte con una formazione piena di riserve e di giovani e fallisce l’approccio iniziale. La difesa infatti, dopo una manciata di secondi, si fa subito sorprendere alle spalle dall’avanzata di De Pauw e serve un’uscita tempestiva di Vargic per salvare la retroguardia biancoceleste. La squadra di Inzaghi con la testa non è proprio scesa in campo e si vede al 6’, quando lo Zulte Waregem passa in vantaggio con la rete di De Pauw che vince il duello aereo con Patric e batte il portiere croato. La Lazio non riesce ad alzare il ritmo e rendersi pericolosa dalle parti di Bostyn. L’unico brivido nella prima mezz’ora lo procura Crecco che non riesce a impattare la palla al volo di mancino e sciupa una buona opportunità. Sull’altra metà campo invece un’incomprensione tra Vargic e Luiz Felipe crea una chance per Madu che colpisce male e spara alto sulla traversa. Nonostante le difficoltà i biancocelesti sfiorano il pari, anzi lo trovano anche, ma l’arbitro annulla dopo qualche secondo per fuorigioco. Tutto parte da un’azione personale di Bastos, bravo a saltare l’uomo e a crossare in mezzo per la testa di Caicedo. Il tiro viene ribattuto e sulla respinta arriva il tap in di Palombi, posizionato però avanti a tutti. I ragazzi di Inzaghi crescono col passare dei minuti e prima dell’intervallo hanno un’altra buonissima occasione con Crecco, ma il classe ’95 conclude in modo imperfetto sull’esterno. In difesa continuano invece ad avere problemi e concedono un’ultima chance agli avversari, con Walsh che non riesce ad angolare il mancino. 

Secondo tempo

Nella seconda frazione di gioco la Lazio parte subito con più aggressività ma, nonostante un bell’inserimento di Lukaku concluso da un tiro deviato in angolo, arriva il raddoppio dei padroni di casa, con Heylen che da azione d’angolo beffa tutti e infila Vargic. Nel frattempo arriva il debutto stagionale di Felipe Anderson che entra in campo insieme a Lucas Leiva. Le sostituzioni cambiano ulteriormente il volto della Lazio che rientra subito in partita grazie al colpo di testa di Caicedo. L’assist è di Lucas Leiva che a un quarto d’ora dal termine s’inventa poi la giocata del match, siglando il pari grazie a un fantastico colpo di tacco. L’entusiasmo proietta i biancocelesti avanti alla ricerca della rimonta, ma a segnare il 3-2 è lo Zulte Waregem, con un bellissimo mancino all’incrocio di Leya Iseka. La Lazio chiude con il primo ko nel girone.

STATISTICHE E CURIOSITA'

  • Prima sconfitta in questa Europa League per la Lazio, dopo cinque risultati utili consecutivi (4V, 1N).
  • L'ultima volta che la Lazio ha subito tre gol nella stessa partita di Europa League è stato nel marzo 2016 contro lo Sparta Praga.
  • La Lazio non perdeva fuori casa in competizioni europee da agosto 2015 (0-3 contro il Bayer Leverkusen nelle qualificazioni di Champions League); successivamente tre vittorie e quattro pareggi.
  • Escluse le gare di qualificazione, l'ultima volta che lo Zulte ha segnato più di due gol in una partita europea è stato nel novembre 2006 contro lo Sparta Praga (Coppa Uefa).
  • Tre delle sette reti subite dalla Lazio nei gironi di questa Europa League sono state segnate nei primi 15 minuti di gioco.
  • Felipe Caicedo ha partecipato a cinque gol (3 reti, 2 assist) nelle cinque partite che ha giocato finora in questa Europa League.
  • Prima volta che Lucas Leiva riesce a realizzare un gol e un assist nella stessa partita di una competizione europea.
  • Leiva non segnava in Europa League da settembre 2010 (v Steaua Bucarest, con la maglia del Liverpool).
  • Sei degli 11 titolari schierati stasera dalla Lazio hanno meno di 10 presenze in Serie A.

Tabellino

Zulte Waregem (3-4-1-2): Bostyn; Heylen, De Fauw, Baudry; Walsh, Doumbia (46' De Sart), Kaya, Madu (46' Hamalainen); Coopman; De Pauw, Leya Iseka

Lazio (3-5-2): Vargic; Patric, Luiz Felipe (65' Wallace), Bastos; Basta, Miceli (55' Lucas Leiva), Murgia, Crecco (55' Felipe Anderson), Lukaku; Palombi, Caicedo

Ammoniti: 75' Walsh 

Europa League 2017-2018, i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I Big Three trascinano Toronto, Kings ko in casa

Bonaventura rilancia Gattuso, Milan-Bologna 2-1

Milano ko a Torino, in 4 dietro Brescia

Gattuso: "Strada lunga. Serve lavoro e sacrifico"

Donadoni: "Giocato alla pari. C'è tanta rabbia"

NFL: Bryant tifa Eagles, anche contro la sua L.A.

Zenga: "Rammarico per il brutto inizio di ripresa"

Donnarumma, il Psg insiste. E la clasuola non c'è

Iachini: "Buona gara, ma Berardi deve fare meglio"

Mourinho: "Felice per l'Inter. Spalletti..."

Suarez-Messi, Villarreal ko: il Barça resta a +5

I PIU' VISTI DI OGGI
I PIU' VISTI DI OGGI