Milan-Olympiacos, Gattuso: "Risultato positivo, ma troppi errori. Cutrone fa bene al gruppo"

Europa League

L'allenatore rossonero dopo la vittoria con l'Olympiacos: "Sono contento per la vittoria, ma abbiamo commesso troppi errori. La squadra ha giocato sotto ritmo e abbiamo creato poco perché l'attacco alla porta non era mai convincente. Cutrone è apprezzato per il suo comportamento, fa bene al gruppo. Higuain non era al 100% ma ha fatto un grande gol. Ibra? Parlo solo dei calciatori che ho"

MILAN-OLYMPIACOS 3-1, GOL E HIGHLIGHTS

IBRA-MILAN, LEONARDO FA CHIAREZZA

EUROPA LEAGUE, RISULTATI E CLASSIFICHE LIVE

Due su due in Europa League, Milan in testa al girone e a punteggio pieno dopo la vittoria contro l'Olympiacos. Un 3-1 in rimonta a San Siro, con la doppietta di Cutrone e il gol di Higuain che ribaltano l'iniziale vantaggio greco segnato da Guerrero nel primo tempo. Risultato positivo, ma Gattuso richiama i suoi per la prestazione: "Sono soddisfatto per la vittoria, ma possiamo interpretare meglio le partite – ha dichiarato l'allenatore rossonero a Sky Sport – A centrocampo abbiamo sbagliato tanto, dobbiamo migliorare sotto quest'aspetto. Abbiamo giocato sotto ritmo, anche se abbiamo creato tanto. Nel primo tempo l'attacco alla porta non era mai convincente, il vero problema è stato questo. Cutrone e Higuain? Patrick ha giocato a Empoli con dei problemi alla caviglia, non era al 100%. Per come si sta comportando è stato molto apprezzato nello spogliatoio, fa bene al gruppo. Higuain non era al massimo, ma ha fatto un grandissimo gol".

"Dobbiamo ritrovare il miglior Calhanoglu"

Decisivo nella rimonta Calhanoglu, entrato nella ripresa: "Hakan ha bisogno di prendere fiducia, di essere più tranquillo – prosegue – È un ragazzo che ci tiene molto, a volte pensa troppo e questo è il suo problema. Dobbiamo ritrovare il miglior Calhanoglu. Bakayoko? In questo momento fa fatica, ma abbiamo bisogno di tutti. Abbiamo provato anche il 4-4-2, non sono soddisfatto al massimo della fase di non possesso".

"Ibra? Parlo solo dei calciatori che ho"

E in questi giorni, a Milano, si parla anche di Ibrahimovic. Leonardo ha confessato di averci pensato in estate, mentre Gattuso non vuole commentare: "Parlo solo dei giocatori che ho a disposizione. Devo preoccuparmi di ottenere i risultati e di allenare i calciatori che ho. A volte i pensieri non mi vengono detto perché rimangono pensieri", ha concluso l'allenatore rossonero.

Reina: "In Europa nulla è scontato, bravi a ribaltarla"

Queste, invece, le parole di Pepe Reina: "In Europa non c’è mai nulla di scontato, è sempre una competizione che piace giocare a tutti, che dà valore, oggi non è stato diverso – ha dichiarato il portiere rossonero a Sky Sport - Siamo contenti. Nel primo tempo abbiamo subito uno straordinario gol, merito loro. Poi la squadra ha continuato a creare e nel secondo tempo ci siamo allargati di più, subendo maggiormente. Però alla fine abbiamo ribaltato la partita. Cutrone? Diamogli un po’ di tempo, è già una realtà, ma ha un grandissimo futuro davanti a sé. Quella grinta sicuramente è qualcosa di straordinario e contagioso. È sempre una cosa molto positiva per la squadra". Infine su Ibra: "Se non sbaglio fino a gennaio non è aperto il mercato – prosegue ridendo - È un’ipotesi, sicuramente è un grandissimo giocatore, chiunque venga al Milan viene per dare una grandissima mano. È l’unica cosa che posso dire. Ma pensiamo a quelli che abbiamo e a fare bene almeno fino a gennaio".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche