Napoli, Ancelotti: "A Salisburgo senza fare calcoli. Insigne? Ha giocato 90' con la Juve"

Europa League

L'allenatore del Napoli non del tutto soddisfatto dopo il 3-0 al San Paolo nell'andata degli ottavi di Europa League: "Buona partita, ma non è finita". Su Insigne partito dalla panchina: "Ha giocato 90' contro la Juve". E una battuta sulle partite di Champions: "Fossi stato io sulla panchina del PSG forse mi sarei buttato giù da un ponte"

NAPOLI-SALISBURGO 3-0, GOL E HIGHLIGHTS

EINTRACHT-INTER 0-0: GOL E HIGHLIGHTS

TUTTI I RISULTATI DI EUROPA LEAGUE

Soddisfatto ma non troppo Carlo Ancelotti dopo il 3-0 del suo Napoli al Salisburgo nell'andata degli ottavi di Europa League. "Abbiamo fatto un buon risultato ma ci sono ancora 90' da giocare - ha detto l'allenatore - Non possiamo fare i calcoli come abbiamo fatto nel finale, altrimenti rischiamo grosso. Abbiamo fatto molte cose bene, altre meno bene e dobbiamo provare a limarle. Abbiamo preso rischi che potevamo evitare, è stato molto bravo Meret in alcune occasioni. Quando sei 3-0 devi essere bravo anche a gestire molte situazioni, basta stare coperto ed attento. Quando lo facciamo siamo impenetrabili, invece a volte siamo troppo esuberanti e quando non abbiamo energie esageriamo. Il Salisburgo ha ritmo, dobbiamo stare in campana".

Insigne partito dalla panchina

"Insigne ha giocato tutta la gara contro la Juventus, Milik e Mertens no, per questo ho scelto loro", ha spiegato Ancelotti. "Le squalifiche di Koulibaly e Maksimovic non mi preoccupano, ma il giallo a Kalidou si poteva evitare. Al posto loro ne avremo altri due, più che altro mi preoccuperei di evitare i problemi avuti nel finale. Luperto ha giocato poco ma è un calciatore affidabile, Chiriches ha recuperato e sta bene, la coppia centrale l’abbiamo già". Per Insigne, dunque partito dalla panchina, solo una ventina di minuti e molti applausi al suo ingeresso in campo.

Al San Paolo meglio che in trasferta? 

"L’ultima partita fuori casa a Parma l’abbiamo vinta bene, anche a Zurigo ci è andata bene. A Salisburgo un gol bisogna farlo, altrimenti corriamo rischi", ha aggiunto Ancelotti. 

E sulle partite di Champions

"Ho visto due partite incredibili ieri sera (Porto Roma e PSG-United, ndr), ci fossi stato io sulla panchina del Paris Saint-Germain forse mi sarei buttato giù da un ponte", ha scherzato Ancelotti.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche