Fonseca dopo Roma Cska Sofia: "Ci è mancata intensità in attacco. Ds? Alla squadra serve"

Europa League
©LaPresse

L'allenatore della Roma dopo lo 0-0 dell'Olimpico contro il Cska Sofia: "Abbiamo sbagliato tante volte l'ultimo passaggio, giro palla più lento del solito. In campionato giochiamo diversamente ma è normale quando ci sono tanti cambi". Smalling felice per il rientro: "Il campo mi mancava". Pedro: "Noi poco pazienti, obiettivo resta il quarto posto"

ROMA-FIORENTINA LIVE

"Chi ha giocato stasera non ha il ritmo degli altri ma penso che ci sia mancata intensità offensiva. Abbiamo sbagliato tante volte l'ultimo passaggio ma abbiamo avuto un giro palla lento". Paulo Fonseca analizza così ai microfoni di Sky Sport lo 0-0 dell'Olimpico tra Roma e Cska Sofia nella seconda giornata del girone A di Europa League. L'allenatore portoghese vede la crescita della squadra ma riconosce la differenza tra le prestazioni in Serie A e in coppa. "Per me stiamo giocando meglio rispetto all'anno scorso, sono fiducioso per quello che sto vedendo ora. In campionato giochiamo diversamente ma è normale quando ci sono tanti cambi. In questo momento con tante partite mi assumo io il rischio di prendere queste scelte".

Direttore sportivo? Ci manca una figura così"

approfondimento

Roma-Cska Sofia 0-0: gli HIGHLIGHTS

Fonseca spiega i tanti cambi anche con le assenze: "In questo momento abbiamo gente come Diawara, Calafiori e Santon fuori, gestire le rotazioni non è semplice". Soddisfazione per il rientro di Smalling: "Si è allenato per pochi giorni, non poteva giocare tutta la partita, ho deciso di non rischiarlo per più di un'ora. Titolare contro la Fiorentina? Vediamo nei prossimi giorni". Spazio anche per Borja Mayoral: "Si tratta di un giovane che ha bisogno di adattarsi al calcio italiano". Resta di attualità il capitolo ds: "Sento presidente e società vicini ma come ho detto, è chiaro che abbiamo bisogno di un direttore sportivo vicino alla squadra".

Smalling: "Contento del rientro, ci è mancata energia"

Quella dell'Olimpico è stata anche la partita di Chris Smalling, tornato a vestire la maglia della Roma dopo 89 giorni: "Sono soddisfatto del rientro, non vedevo l'ora di tornare in campo -la sua gioia ai microfoni di Sky Sport - mi sento bene, ho i 60 minuti nelle gambe. Mi sto riprendendo, non mi sento ancora benissimo ma sono certo che al meglio ci arriverò molto presto. Essere tornato con la squadra è un piacere ma siamo dispiaciuti per aver mancato i tre punti. Nel primo tempo non abbiamo messo la solita energia, abbiamo messo più energie in campo nel secondo tempo"

Pedro: "Non siamo stati pazienti"

Un pizzico di amarezza nelle parole di Pedro: "Sapevamo che loro sono una squadra chiusa, compatta. Abbiamo faticato a trovare ritmo poi nel finale abbiamo avuto le occasioni per provare a vincere la partita - spiega l'attaccante spagnolo a Sky - non siamo stati pazienti. Il punto ci lascia l'amaro in bocca". Non ci sono, secondo l'attaccante, il troppo turnover alla base del risultato: "La squadra è sempre di qualità al netto di chi scende in campo. Questo è importante per lo spogliatoio e l'armonia del gruppo. Non siamo stati abbastanza pazienti, dovevamo far girare di più e meglio il pallone". Tra gli obiettivi della Roma c'è quello di arrivare tra le prime quattro in Serie A: "Lotteremo per questo, dobbiamo pensare che non esistono partite facili nè in Europa nè in campionato. Ma abbiamo una squadra per stare lì davanti in classifica".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche