Sarri dopo Galatasaray-Lazio: "Paghiamo un errore, ma ho visto passi in avanti"

Europa League

L'allenatore biancoceleste dopo il ko di Istanbul: "Non abbiamo quasi mai sofferto e la partita era sotto controllo. Purtroppo gli errori fanno parte di questo sport, ma a volte bisogna estraniarsi dal risultato e vedere gli aspetti positivi"

GALATASARAY-LAZIO 1-0, GOL E HIGHLIGHTS

La Lazio perde la gara d'esordio in Europa League sul campo del Galatasaray. Un 1-0 frutto di una clamorosa papera di Strakosha, che di fatto si è buttato il pallone in porta con le proprie mani. Al termine del match, Maurizio Sarri è sembrato però soddisfatto della prestazione dei suoi ai microfoni di Sky Sport: "Abbiamo fatto un passo in avanti, giocando in maniera completamente diversa rispetto a domenica. Contro un avversario difficile, non abbiamo quasi mai sofferto e siamo stati in partita molto bene. La partita era sotto controllo, purtroppo gli errori fanno parte di questo sport e questa sera l'abbiamo pagato".

"Ancora problemi nei tempi e nelle distanze"

vedi anche

Lazio, il clamoroso autogol di Strakosha. VIDEO

L'allenatore biancoceleste ha proseguito, analizzando i pregi e i difetti della sua squadra in questi primi mesi di lavoro: "E' chiaro che ci teniamo a questa competizione, in questo momento non possiamo permetterci di cambiare 7-8 giocatori per una partita. Ne abbiamo cambiati 4 e abbiamo alternato diverse soluzioni durante la partita. I nuovi hanno fatto discretamente bene, quindi dispiace ferocemente per la sconfitta perchè il girone si mette in salita, ma a volte bisogna estraniarsi dal risultato e vedere gli aspetti positivi. Ho visto dei piccoli passi in avanti, anche se i problemi non sono ancora completamente risolti. Abbiamo un problema di tempi e a tratti di distanze, che sono poi quelli che fanno la differenza".

Felipe Anderson: "Non buttiamoci giù di morale"

approfondimento

Serie A, la presentazione della 4^ giornata

A commentare la sconfitta contro il Galatasaray ai microfoni di Sky Sport è arrivato anche Felipe Anderson. L'esterno offensivo brasiliano vuole mantenere alto il morale del gruppo biancoceleste: "E' difficile quando stai all’inizio di un percorso e i risultati non arrivano. Lavorare con le vittorie è più facile, ma non possiamo farci fiaccare nel morale dalle sconfitte se vogliamo essere vincenti. Abbiamo lavorato tanto e dobbiamo essere più concentrati, credo che i risultati arriveranno". In una stagione, che sarà importante anche sotto il profilo personale per lui: "Nelle ultime stagioni non ho giocato molto e mi è mancato dal punto di vista della forma fisica. Ora con il mio staff abbiamo lavorato e adesso dobbiamo mettere in pratica quanto fatto nelle prossime partite. Analizziamo le cose buone e quelle meno e cerchiamo di fare una grande prossima partita".

Acerbi: "Crediamo in quello che ci chiede Sarri"

Al termine della gara è intervenuto anche Francesco Acerbi ai microfoni di Sky Sport. Il difensore biancoceleste ha parlato del percorso di crescita che la squadra deve fare per assorbire i dettami tattici di Sarri: "Quello che ci chiede il mister a volte ci riesce, a volte no, dobbiamo amalgamare bene queste situazioni. Ci vuole impegno, dedizione e positività, stare sul pezzo e credere in quello che facciamo. Il mister è forte, capisce di calcio, è molto intelligente, dove è andato ha fatto bene e questi sono motivi in più per seguirlo. C'è ancora da lavorare, lo sapevamo già dall'inizio. Perdere fa sempre male, ma tra pochi giorni in campionato proveremo a giocare ancora come vuole il mister e portare a casa i tre punti":

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche