Insigne dopo Napoli-Legia: "Sereno per il rinnovo. Un altro rigore? Lo tirerei"

Europa League

Il capitano del Napoli, protagonista nella vittoria contro il Legia, torna a parlare del suo rinnovo di contratto: "Il mio procuratore è in contatto con la società, io resto sereno e penso al campo". Poi sugli obiettivi della squadra: "Abbiamo una rosa ampia, possiamo onorare tutte le competizioni"

NAPOLI-LEGIA 3-0, GOL E HIGHLIGHTS

Un gol capolavoro e un assist, il Napoli trascinato dal suo capitano a una vittoria che lo tiene in corsa in Europa. È la serata di Lorenzo Insigne, abbracciato da Spalletti dopo la sostituzione con cui gli concede la standing ovation del “Maradona”, e proprio in serate come queste i tifosi del Napoli si chiedono quanto manchi per prolungare il “matrimonio”. “Il contratto? È un tema che ci sta, sappiamo quali sono le dinamiche”, spiega Insigne a Sky. “Io sono sereno e cerco di rimanere il più sereno possibile, pensando solo al campo. Il mio procuratore è in contatto con la società”.

Napoli senza limiti

leggi anche

Giuntoli: "Insigne è il capitano e vuole rimanere"

Preferisce parlare di campo, dunque, lodando la squadra (“abbiamo fatto una grande prestazione di squadra. Non abbiamo concesso tanto a una squadra che ha messo in difficoltà sia lo Spartak che il Leicester e siamo stati bravi a rimanere in partita fino alla fine e poi a vincerla”) e confermando che il Napoli non ha intenzione di porsi limiti: “Sono tre punti importanti per la qualificazione, stiamo cercando di onorare al massimo tutte le competizioni perché come dice il mister abbiamo una rosa ampia e non meritiamo di uscire subito dalla Coppa”.

"Un rigore? Lo tiro"

Riguardo al campionato, invece, domenica c’è il big-match con una Roma che esce a pezzi dal giovedì di Coppa (umiliata 6-1 dal Bodo/Glimt): “Sarà difficile, anche loro puntano a stare in alto in campionato”, dice Insigne. “Oggi abbiamo speso tanto fisicamente e mentalmente. Se c’è un rigore? Sono sereno, non ho problemi”, continua il capitano del Napoli, reduce dall’errore dal dischetto contro il Torino, già il terzo (su 5 calciati) in questa stagione: “Gli errori ci stanno, non bisogna pensarci. Sono pronto a calciare un altro rigore”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche