Barcellona-Eintracht, al Camp Nou 30mila tifosi tedeschi: ecco come ci sono riusciti

il caso

Il club catalano è stato eliminato dall’Europa League dopo il ko in casa contro l’Eintracht Francoforte. Sugli spalti del Camp Nou erano presenti circa 30mila tifosi tedeschi che hanno fischiato sia il riscaldamento che l'inno del Barça creando un clima irreale per una gara casalinga a Barcellona. Ecco come sono riusciti ad aggirare le norme Uefa che permettono la vendita solo del 5% dei biglietti ai tifosi ospiti.

Un'eliminazione che brucia ancora di più dopo la beffa subita sugli spalti del Camp Nou. Il Barcellona è uscito ai quarti di finale di Europa League, e questo lo sanno tutti: pareggio all’andata in casa dell'Eintracht Francoforte e vittoria dei tedeschi 3-2 in Catalogna con vista sulla semifinale contro il West Ham. Quello che pochi sanno è perché lo stadio del Barcellona era pieno di tifosi tedeschi: stando alle stime, circa 30mila dei quasi 40 mila contati qualche ora prima per le vie di Barcellona. E questo nonostante il regolamento Uefa riservi solo il 5% dei biglietti disponibili ai tifosi ospiti.

Come hanno fatto i tifosi tedeschi a comprare tutti questi biglietti?

Dovevano essere massimo 5 mila, come hanno fatto a moltiplicarsi per 6? Non ci sono tracciabilità di acquisti con IP tedesco dunque, secondo quanto riportato dal Mundo Deportivo, i tifosi tedeschi sarebbero riusciti a comprare i biglietti attraverso rivenditori non ufficiali, oppure utilizzando carte di credito spagnole (che aggirano i blocchi dovuti alla geolocalizzazione). 

Barcellona, Laporta: "Non possiamo permettere queste situazioni"

leggi anche

Impresa Eintracht: Barça fuori. West Ham avanti

Al termine della gara, molto duro il presidente blaugrana Joan Laporta: "Sono preoccupato per quello che è accaduto. È stato un peccato, non dovrà mai più ripetersi, perché è oltraggioso e vergognoso. Non possiamo permettere questo tipo di situazioni. Quando avremo elaborato tutte le informazioni raccolte, adotteremo le necessarie misure". Anche Xavi ha commentato l'accaduto: "È deludente - ha ammesso l'allenatore del Barcellona - speravamo che i tifosi fossero lì con noi. La partita sembrava una finale, metà dei biglietti per loro e metà per noi. Avevamo bisogno dell'ambiente Barça".