user
09 settembre 2018

Portogallo-Italia, Fernando Santos prima della Nations League: "Vedrete quanti gol farà Ronaldo in Italia"

print-icon
fer

Il Ct del Portogallo alla vigilia della sfida con l'Italia: "CR7 in Serie A? Aspettate e vedrete quanti gol farà. L'Italia ha voglia di riscattarsi dopo l'assenza al Mondiale, sarà una gara difficile per noi. Chiesa bene, Insigne è fantastico ma io guardo a tutta la squadra azzurra"

NATIONS LEAGUE, ITALIA-POLONIA 1-1

SACCHI SU BALO: "L'INTELLIGENZA CONTA PIÙ DEI PIEDI". DURA REPLICA DI RAIOLA

COSA VA E COSA NON VA NELL'ITALIA DI MANCINI

Un pareggio nella prima gara della Nations League contro la Polonia, l'Italia è attesa ora dalla seconda sfida contro il Portogallo. Non ci sarà però Cristiano Ronaldo, rimasto a Torino per continuare il suo lavoro con la Juventus. Il fuoriclasse ex Real Madrid è ancora alla ricerca del suo primo gol in Serie A, ma Fernando Santos non ha dubbi: "Aspettate e vedete quanti gol farà in Italia CR7", ha dichiarato il Ct portoghese. Che sulla sfida contro l'Italia aggiunge: "È una partita difficile, anche se loro non erano presenti ai Mondiali – prosegue in conferenza stampa – È diversa dalla gara con la Croazia, quella era un'amichevole. Ma spero che la squadra giochi al suo livello, i calciatori sono fiduciosi. L'Italia nel primo tempo è stata messa in difficoltà dalla Polonia, ma vuole dimostrare il proprio valore dopo l'assenza ai Mondiali. Il sostegno del pubblico ci ha sempre aiutato, spero venga numeroso come accaduto nelle ultime partite. Vogliamo andare all'Europeo, abbiamo un titolo da difendere".

"Bene Chiesa, Insigne fantastico, ma guardo a tutta la squadra italiana"

Contro la Polonia è stato Federico Chiesa a permettere all'Italia di reagire: "Guardo al collettivo, al modo di giocare - prosegue -. Dopo l'uscita di Balotelli, l'ingresso di Chiesa ha cambiato qualcosa. Chiesa è molto verticale, poi Insigne è fantastico ma abbiamo da pensare alla globalità della squadra. Ho visto un'Italia differente tra il primo e il secondo tempo. Il contropiede è una caratteristica del calcio italiano, contro la Polonia ho visto una squadra verticale, con grande profondità di gioco. Nel secondo tempo c'è stato più possesso, hanno un calciatore come Jorginho con caratteristiche diverse. Non hanno concesso molto alla Polonia. Forse noi siamo favoriti, per il pubblico".

NATIONS LEAGUE - TUTTI I VIDEO

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT