Montenegro-Inghilterra, Sterling dorme in aereo: l'irritante scherzo di Dele Alli

Europei

Sul volo che ha portato gli inglesi in Montenegro il centrocampista del Tottenham ha "torturato" l’attaccante del City, che stava cercando di riposare. Intanto per il classe 1994 piovono elogi: "È incredibile" hanno ripetuto in coro Kane e Southgate

INGHILTERRA, SANCHO E HUDSON-ODOI DA RECORD

STERLING SHOW CONTRO LA REPUBBLICA CECA

C’è grande serenità nello spogliatoio dell’Inghilterra. E non potrebbe essere altrimenti, dato il momento: dopo essere arrivati fino alla semifinale nel Mondiale in Russia e aver vinto il proprio girone di Nations League, la squadra di Southgate ha inziato al meglio anche le qualificazioni a Euro 2020, dove partirà fra le favorite. All’esordio è arrivato un 5-0 contro la Repubblica ceca, dove assoluto protagonista è stato Sterling con una tripletta. L’attaccante del Manchester City si è ritrovato, suo malgrado, nuovamente al centro dell'attenzione sul volo che ha portato lui e i compagni in Montenegro, laddove l’Inghilterra scenderà nuovamente in campo. Mai sedersi accanto a Dele Alli infatti, soprattutto se si decide di voler riposare. Il centrocampista ha subito preso il telefonino in mano e postato due storie sulla propria pagina Instagram: "Cosa starà sognando Sterling?" La domanda rivolta ai propri followers. Il tutto condito da qualche gesto irritante nei confronti del compagno che stava dormendo.

Sterling, momento d’oro

Il classe 1994 sta vivendo un periodo di forma fantastico. L’ultima partita di campionato giocata contro il Watford lo ha visto andare in gol per tre volte, proprio come in Nazionale: "È stato elettrico per tutta la gara - ha detto il Ct - ma lo avevo già visto così durante la settimana di allenamenti. E' stata davvero una grande serata per lui. E' maturato come calciatore e come persona, ora ha fame di gol e gioca spensierato, senza pensare troppo". Elogi su elogi, che non sono mancati nemmeno da parte di Kane: "È stato incredibile con la sua tripletta, è un grande calciatore e giocare al suo fianco è fantastico" e di Rooney, che lo guarda dall’America: "Sicuramente vincerà i premio di miglior giocatore dell’anno". Dele Alli permettendo, perché poter riposare diventa sempre più fondamentale.
 

I più letti