Europei di calcio 2020: boom di richieste per i biglietti

Europei

Il percorso itinerante del prossimo Europeo registra già un nuovo record: sono già 14 milioni le richieste per i biglietti dopo le prime tre settimane, 500 mila solo per la gara inaugurale di Roma. La prima fase di vendita terminerà venerdì 12 luglio alle 14

QUALIFICAZIONI EURO 2020: RISULTATI - CLASSIFICA DEI GIRONI

LE NEWS DI SKY SPORT SU WHATSAPP

Lo slogan per il prossimo Campionato Europeo, "Live it for real", funziona. A meno di un anno dall'inaugurazione, infatti, sale la febbre biglietti. Per la prima volta nella storia, il torneo seguirà un percorso itinerante, con 12 stadi (di cui 11 con una capienza minima da 50 mila posti), di 12 città localizzate in vari Paesi continentali, a ospitare tutti gli incontri. In totale saranno 3 milioni i tagliandi disponibili, con l'Uefa che ne ha già messi in vendita la metà a partire dallo scorso 12 giugno. Prevendita che, a pochi giorni dalla conclusione, ha già registrato numeri da record: sono 14 milioni, provenienti da 207 paesi, le richieste presentate fin qui, cifra superiore all'intero periodo di prevendita riservato per Euro 2016. Chi non vuole perdersi questa possibilità, dunque, deve affrettarsi: la prima fase di vendita terminerà venerdì 12 luglio alle 14.

Info biglietti

La richiesta dei biglietti da parte dei tifosi è possibile effettuarla sul sito euro2020.com/tickets. Richiedendo biglietti di categoria 1 o 2 si hanno più possibilità di assicurarsi un posto nella maggior parte degli stadi, ma sul portale dell'Uefa i fan interessati potranno analizzare nel dettaglio le categorie più richieste per ogni partita: quelle segnalate in verde indicheranno maggiori possibilità di acquisto, mentre quelle in rosso indicheranno i match con meno opportunità di assicurarsi il tagliando. Chi presenterà la richiesta ma non sarà estratto, inoltre, sarà inserito nel programma "Fans First", grazie al quale sarà informato su ulteriori possibilità di acquisto (ad esempio in caso di pagamenti non completati o biglietti restituiti). I biglietti saranno assegnati mediante estrazione alla fine di luglio 2019, mentre l'esito sarà reso noto entro metà agosto. Una volta sorteggiati, i tifosi - avvisati via email - avranno circa 10 giorni di tempo per completare il pagamento. I restanti tagliandi, invece, saranno messi a disposizione dalle rispettive federazioni a dicembre 2019, dopo il sorteggio della fase finale. Per accedere a questa possibilità, tuttavia, sarà necessario soddisfare gli specifici criteri definiti dalle federazioni.

Le richieste nel dettaglio

L'Uefa, attraverso il suo comunicato, ha reso noto anche qualche dettaglio in più sulle richieste pervenute finora. Le città più attrattive, in tal senso, sono Londra, Monaco e Amsterdam, mentre le richieste fra i tifosi locali sono più alte a San Pietroburgo (86%), Londra e Budapest. Il primo incontro, che si disputerà a Roma il 12 giugno 2020, ha già ricevuto una richiesta di circa 500 mila biglietti, un milione in meno rispetto a quelle totali presentate per le due semifinali, in programma a Wembley. L'ultimo atto infine, di scena sempre nello stadio inglese, ne ha ricevute 1.3 milioni. Il 51% dei tifosi ha richiesto biglietti in più di una città: in media ne richiedono 12 biglietti alla volta in almeno due città.

I più letti