Francia, Deschamps: "L’Italia può avere ambizione: ha potenziale e mentalità"

Francia
©LaPresse

Il ct della nazionale francese ha fatto il punto sugli Europei: "Siamo coscienti dei nostri mezzi, ma non bisogna pensare che e partite si vincano prima del tempo. Le favorite sono sempre le stesse, per noi sarà un torneo particolare perché avremo sempre il pubblico contro". 

FRANCIA-GERMANIA LIVE

I gradi di campione del mondo danno alla Francia tutti i favori del pronostico per gli Europei che sono appena cominciati. Ma Didier Deschamps non si sente così sicuro della vittoria finale. "Sarà un torneo particolare perché bisognerà adattarsi. Non solo alla situazione sanitaria, ma anche al fatto che noi giochiamo sempre fuori casa, con il pubblico contro. Anche se mi fa piacere ritrovare i tifosi negli stadi" ha spiegato il ct della nazionale francese nell’intervista concessa a SportWeek. Deschamps ha avuto parole d’elogio anche per l’Italia: "Mancini ha saputo costruire qualcosa di interessante, convocando giovani che sono cresciuti, ottenendo ottimi risultati tra Nations League e fase di qualificazione. L'età media si è abbassata ma rimangono elementi di esperienza. L'Italia può avere l'ambizione di andare lontano anche se forse non ha ancora quel vissuto internazionale, a livello individuale. Per vari azzurri sarà la prima grande competizione, poi può capitare di tutto e all'Italia non mancano potenziale e mentalità". Si è espresso così invece a proposito del suo ex compagno di squadra, Antonio Conte: "È un allenatore vincente. Quando un club lo prende, lo vuole per vincere titoli. I risultati sono sotto gli occhi di tutti e parlano per lui. Il resto non ha importanza".

Tante possibili favorite

vedi anche

Florenzi, polpaccio ko: out con la Svizzera

"Siamo coscienti dei nostri mezzi – ha proseguito Deschamps, parlando della sua Francia – abbiamo giocatori di altissimo livello, ma non bisogna pensare che le partite si vincano prima di scendere in campo. La molta ambizione non si deve trasformare in eccesso di fiducia, il calcio non è una scienza esatta. Le favorite generalmente sono sempre le stesse: Spagna, Inghilterra, Germania, Belgio, Portogallo, Olanda, Italia e Croazia".

La sua Francia

Deschamps ha approfondito il discorso relativo ai giocatori che ha scelto per provare a vincere gli Europei. "Mbappé appartiene alla categoria di Messi e Cristiano Ronaldo. E in più è giovane e saprà esprimersi a questi livelli anche in futuro. Benzema? Ci siamo detti tante cose, ma i nostri discorsi restano tra me e lui. L'ho richiamato sapendo che non ci sarebbero stati problemi, è stato accolto con naturalezza da parte di tutti" ha detto il ct della Francia. Quindi si è soffermato sui calciatori che saranno protagonisti in Serie A: "Rabiot è migliorato molto in fase difensiva e il fatto di vivere quotidianamente la mentalità della Juventus, con l'esigenza di vincere sempre, gli ha permesso di aggiungere ulteriori elementi. Oggi è un giocatore completo. Maignan ha ottime qualità, ha fatto una grandissima stagione con il Lille. È un ragazzo equilibrato, con una forza fisica che gli permette di occupare molto spazio in porta. Andare al Milan poi non è mai una brutta scelta".