Eriksen, le ultime news sulle sue condizioni dopo il malore

copenaghen

Ulteriori esami cardiologici approfonditi per Christian Eriksen, ricoverato a Copenaghen dopo il malore accusato contro la Finlandia. Il capitano Kjaer e Schmeichel sono andati a trovarlo in ospedale: "È stato dannatamente bello vederlo - ha detto il portiere -. Mi ha aiutato molto anche solo parlare con lui e sentire che era lì e che era sempre lo stesso". Qui tutta la giornata di lunedì

ERIKSEN, DECISO L'IMPIANTO DI UN DEFIBRILLATORE SOTTOCUTANEO

 

 

1 nuovo post

Uefa: gara ripresa solo dopo richiesta delle squadre

"La Uefa è sicura di aver gestito la questione con estremo rispetto verso la delicata situazione e i calciatori. E' stato deciso di ricominciare la partita solo dopo che le due squadre avevano richiesto di concluderla la sera stessa". E' quanto afferma la Uefa in una dichiarazione in merito alla ripresa della partita di sabato dell'Europeo fra Danimarca e Finlandia dopo il malore di Christian Eriksen. "La necessità delle 48 ore di riposo per i giocatori fra un match e un altro ha eliminato ogni opzione. Possiamo categoricamente smentire
che alcuna squadra sia stata minacciata con la sconfitta a tavolino", aggiunge la Uefa. Il prossimo impegno della Finlandia è previsto per domani alle 15 (contro la Russia), la Danimarca giocherà giovedì alle 18 contro il Belgio.
- di Redazione SkySport24

Eriksen ai compagni: "Ora pensate alla sfida con il Belgio"

Le condizioni di Christian Eriksen sono "stabili" e "buone". Lo ha detto il direttore della comunicazione della federcalcio danese, Jakob Hoyer, aggiungendo che è ancora in ospedale a due giorni dall'arresto cardiaco durante la gara con la Finlandia. "A modo suo ha detto che dobbiamo pensare alla sfida di giovedì con il Belgio. Questo significa tanto", ha spiegato il centrocampista Pierre-Emile Hojbjerg. Fuori dall'ospedale è stato realizzato un murale con il nome di Eriksen e la scritta in danese '1 per tutti, tutti per 1'. 
- di Redazione SkySport24

Acerbi: "Auguro a Eriksen di tornare in campo"

"Vedere un giocatore giovane, un atleta super controllato avere un infarto sul campo è stata una cosa incredibile, che ti lascia il segno - ha commentato Francesco Acerbi dal ritiro della Nazionale -. Il mio augurio è che torni a sorridere e, perché no, anche a giocare. Ma, più di tutto, importa per lui e la sua famiglia che stia bene. Va ringraziato Kjaer, non deve rappresentare un caso ma tutti dovremmo essere come lui e prenderlo come esempio". 

- di Redazione SkySport24

Come spiegarlo ai bambini: l'iniziativa della DBU

Una bella iniziativa della federazione danese che, sui suoi social, da dei consigli su come è corretto parlare dell'episodio Eriksen ai bambini e ragazzi che hanno visto le immagini. QUI IL LINK 
- di Redazione SkySport24

Gravina: "Subito corsi di primo soccorso per gli atleti"

"In quel momento si è fermato il suo cuore ma anche quello di tutto lo sport - ha detto il presidente della Figc in un punto stampa a Casa Azzurri -. L'intervento di Kjaer è stato decisivo per continuare a vedere Eriksen vivo. Nella concessione delle licenze nazionali metteremo l'obbligo di corsi di formazione di primo soccorso agli atleti. In questi giorni sarà a disposizione dei giocatori della Nazionale a Coverciano e, durante il periodo di preparazione, andremo nei ritiri delle squadre con un programma che la commissione medico-federale sta già approntando". VIDEO
- di Redazione SkySport24

Peter Schmeichel: "La compagna di Eriksen pensava fosse morto"

L'ex portiere della nazionale danese e papà dell'attuale numero 1 Kasper, ha raccontato a BBC Radio Five Live quello che gli ha raccontato il figlio sull'episodio: "Ho parlato con lui ieri sera, Kasper è subito corso da Sabrina (Kvist, la compagna di Eriksen). Lei credeva che fosse morto, ma lui le ha detto che Christian stava respirando. Il malore è successo in una zona del campo non lontano da dove si trovano tutte le famiglie dei giocatori"
- di Redazione SkySport24

Non solo Schmeichel, anche Kjaer ha fatto visita a Eriksen in ospedale

Come riportato dall'inviato di 'Sky Sport' Paolo Aghemo anche il capitano della Danimarca Simon Kjaer ha fatto visita nelle scorse ore a Christian Eriksen in ospedale, così come il portiere Kasper Schmeichel che lo ha raccontato in conferenza stampa
- di Redazione SkySport24

Oggi ulteriori esami per Christian Eriksen

Nella giornata di oggi sono previsti ulteriori esami cardiologi approfonditi per Christian Eriksen all'ospedale di Copenaghen, dove è ricoverato. Lo ha confermato il responsabile della comunicazione della Federazione danese in conferenza stampa, confermando anche che le condizioni del centrocampista dell'Inter sono: "Stabili e buone"
- di Redazione SkySport24

Braithwaite: "La cosa più importante è che Chris stia bene"

In conferenza stampa ha parlato anche Martin Braithwaite: "La cosa più importante è che Christian stia bene. Contro il Belgio giocheremo per lui"
- di Redazione SkySport24

Danimarca, ripresi gli allenamenti della squadra

La nazionale danese è tornata ad allenarsi questa mattina a Helsingør, per la prima volta dopo il malore a Eriksen dello scorso sabato. Giovedì alle 18.00 la sfida contro il Belgio a Copenaghen

- di Redazione SkySport24

Schmeichel: "Forse si poteva aspettare per decidere quando riprendere la partita"

Ancora il portiere danese in conferenza stampa: "Siamo stati messi in una posizione in cui non credo avessimo dovuto essere messi. Avevamo due scelte. Giocare o tornare in campo il giorno dopo alle 12.00. Probabilmente era necessario che ci fosse qualcuno più in alto di noi che dicesse che non era il momento di prendere una decisione, e forse si sarebbe dovuto aspettare il giorno dopo per decidere"
- di Redazione SkySport24

Schmeichel visita Eriksen in ospedale: "Bello vederlo"

Kasper Schmeichel in conferenza stampa ha raccontato di aver fatto visita ad Eriksen al Rigshospitalet: "È stato dannatamente bello vederlo. Solo parlando con lui e sentendo che era lì e che era se stesso. Mi ha aiutato molto"
- di Redazione SkySport24

Mourinho: "Ho pregato e pianto per Eriksen"

Josè Mourinho ha raccontato il suo stato d'animo, dopo il malore accusato da Eriksen: "Ho pregato e pianto, ma come me penso in tanti milioni in giro per il mondo. Perché il calcio può far sognare insieme, ma ieri ci ha uniti per una triste ragione. Alla fine, possiamo celebrare il fatto di poter parlare di Christian vivo. La notizie sulle sue condizioni ci rendono più felici". LEGGI L'ARTICOLO

- di Redazione SkySport24

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche