Mancini pre Italia-Svizzera: "Tensione giusta, gioia e allegria per far felici i tifosi"

Italia
©Getty

Il Ct azzurro non si fida della Svizzera: "Ci hanno sempre messo in difficoltà, nell'ambiente c'è la giusta tensione ma voglio che la squadra scenda in campo con gioia e allegria. Occhio a Shaqiri, è tra i migliori nel suo ruolo". Sulla formazione: "Verratti sta bene e valuterò se portarlo in panchina"

LE ULTIME NEWS SULL'ITALIA

"La tensione c'è sempre ed è giusto che ci sia. Ma è una gara di calcio, si gioca un Europeo, serve gioia e allegria, dobbiamo essere felici di fare quel che facevamo da bambini. Più felici di così non possiamo essere, dobbiamo fare felici i tifosi". Parla così il Ct dell’Italia Roberto Mancini alla vigilia della sfida contro la Svizzera – in programma mercoledì alle 21, in diretta su Sky Sport Uno, Sky Sport Football e Sky Sport 251 –, seconda partita del nostro girone: "È una gara importante come lo è stata la prima e c'è anche grande rispetto per la squadra che andiamo ad affrontare. La Svizzera è sempre tra le prime 10-12 del ranking europeo e ha un allenatore che conosce benissimo il calcio italiano, ci hanno sempre messo in difficoltà, dobbiamo fare una partita senza sbagliare nulla". Il Ct dell’Italia risponde poi così a una domanda sulla possibilità di vedere l’Italia protagonista nella finale di Wembley: "Per arrivarci l'11 luglio bisogna prima arrivare agli ottavi. Sono sempre fiducioso che la nostra sia un'ottima squadra e che può solo migliorare, vedremo quel che succederà. Se siamo favoriti? Se lo dicono i bookmakers inglesi lo accettiamo perché lo azzeccano, ma il campionato è ancora lungo".

"Scelte? Sono tutti titolari. Dubbio Toloi-Di Lorenzo"

vedi anche

Bonucci: "Rimettere la testa nel carro armato"

Guai ad abbassare la tensione, messaggio chiaro quello di Mancini: "Al debutto c’era più pressione, ma la concentrazione deve essere sempre al massimo. Abbiamo una squadra esperta, fatta di calciatori che hanno giocato decine di partite di questo tipo e che sanno cosa ci aspetta: una partita durissima”. Capitolo formazione, il Ct dell’Italia non di sbilancia: "La nostra squadra è fatta di tutti titolari, anche quando cambiamo le cose vanno sempre bene ed è merito dei ragazzi che sono tutti bravi giocatori. Alla fine però si gioca in 11, ma non importa chi gioca, tutti faranno la propria partita e la faranno bene". Un solo grande dubbio nelle scelte di Mancini, quello nella fascia destra per il sostituto di Florenzi: “Di Lorenzo o Toloi non cambierebbe molto, anche se Giovanni è più offensivo. Forse è questo l’unico dubbio. Mancano ancora due allenamenti. Se dovesse giocare Chiesa o Belotti non cambierebbe molto, sono tutti giocatori bravi che sanno cosa fare".

"Verratti in panchina? Vediamo. Shaqiri tra i migliori nel suo ruolo"

leggi anche

Belotti è il Gallo: gli altri che animali sono?

Mancini che fa il punto sulle condizioni di Verratti, che potrebbe andare in panchina contro la Svizzera: "Vediamo, sta abbastanza bene, domani deciderò se verrà in panchina. Si allena con la squadra da 3-4 giorni". Il Ct azzurro ha poi risposto così a una domanda su Donnarumma, a un passo dal Psg: "Sinceramente al momento non so nulla e non saprei cosa potrà accadere nei prossimi giorni. Gigio è un ragazzo per bene e farà la sua scelta in tranquillità. Se andrà al Paris farà una grande scelta perché è una grande squadra". Tra gli avversari occhi puntati sul talento di Shaqiri: "Xerdan per me è un grande giocatore, lui all'Inter ha fatto quello che doveva fare, purtroppo l'Inter era in costruzione e lui in quel periodo era del Bayern Monaco. Ma per me stiamo parlando di una delle migliori mezzepunte in Europa". Una battuta per chiudere: "Perché ho fatto vedere il filmato di Oronzo Canà? Lui è avanti anni luce, me lo ricordo quando abbiamo fatto il corso insieme e ha preso 110 e lode col suo 5-5-5", ha concluso sorridendo Mancini.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche