Italia-Galles, Mancini: "Era difficile fare meglio di così"

Europei

Il Ct azzurro commenta il cammino dell'Italia fino a questo punto degli Europei: "I ragazzi sono stati bravissimi, anche cambiando tanto il prodotto è lo stesso. Le scelte? Sarà difficile ma poter contare su tutti è importante". Ed ancora: "Il record di Pozzo? Fa piacere ma lui ha vinto trofei importanti"

HIGHLIGHTS - PAGELLE - L'AVVERSARIA AGLI OTTAVI

C'è grande soddisfazione nelle parole di Roberto Mancini al termine del match vinto contro il galles che consente alla Nazionale di conquistare il primo posto nel gruppo A e di compiere un percorso netto nelle partite del girone a Euro 2020: "Meglio di così non si poteva. Avremmo potuto fare un gol in più ma loro si sono difesi tutta la partita. Non era semplice, sono stati bravissimi - dice - Quando dico che cambiando anche uno o due giocatori non cambia niente è perchè tutti sanno quello che devono fare e il prodotto non cambia".

"Il record di Pozzo? Fa piacere ma lui ha vinto dei trofei"

approfondimento

Italia-Galles, le pagelle di Stefano De Grandis

Tra le note positive c'è stato sicuramente il rientro di Verratti che ha servito l'assist decisivo a Pessina: "Ha dimostrato oggi che sono tutti titolari - dice ancora Mancini - Era una partita che volevamo vincere, tutti i giocatori hanno fatto quello che dovevano fare. Titolari non ne esistono, ci sono gli undici che vanno in campo". Il record di Pozzo (30 partite senza sconfitte)? "Fa piacere aver eguagliato un mito come Pozzo. Lui però ha trofei più importanti rispetto alle trenta partite, meglio lasciar perdere - prosegue - Sono felice perché chi ha giocato ha fatto bene, non era semplice visto che faceva caldissimo".

"Scegliere sarà difficile, ma contare su tutti è importante"

Venticinque giocatori su ventisei impiegati e tutti hanno risposto in maniera adeguata, ma per gli ottavi bisognerà scegliere: "Per me era un problema anche prima, ora sarà ancora più difficile - conclude - Ci sono giocatori che hanno recuperato bene, sarà un dispiacere lasciare fuori qualcuno per quanto fatto fino ad ora ma poter contare su tutti è importante. Tutte le nazionali che arrivano agli ottavi sono in lizza per vincere. Chiesa a destra? Le volte che ha giocato con noi è sempre stato lì e si è espresso al massimo. Tendo a cambiare a volte per mettere gli avversari in difficoltà".

"Ora a Londra, per tornarci poi in finale..."

La Nazionale lascia Roma e si trasferisce a Londra: "Salutiamo Roma e la ringraziamo per quello che ha fatto. Dedichiamo questa vittoria ai ragazzini che hanno sofferto in questo momento. A Wembley andiamo in uno stadio fantastico, da adesso inizierà un altro torneo. Bisognerà giocare bene fino in fondo e speriamo di tornarci, a Londra...". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche